"/>
domenica 25 febbraio 2018 00:56:56
omnimilano

Palazzo Marino, capolavoro di Tiziano in mostra a Natale: Pala Gozzi in arrivo da Pinacoteca Ancona

28 ottobre 2017 Cultura

Giunto alla sua decima edizione, il tradizionale appuntamento natalizio con l’arte di Palazzo Marino torna in Sala Alessi con un capolavoro di Tiziano, la maestosa pala d’altare “Sacra conversazione 1520”, “Pala Gozzi”, proveniente dalla Pinacoteca Civica “Francesco Podesti” di Ancona, che sarà  visitabile, come sempre con ingresso libero, dal 5 dicembre al 14 gennaio 2018. Lo comunica con una nota l’amministrazione comunale. “Insieme all’indiscussa importanza storico-artistica del dipinto di Tiziano – si spiega – la scelta del Comune testimonia la vicinanza di Milano alla città  di Ancona, che svolge un ruolo fondamentale come centro di raccolta e riparo di numerose opere d’arte, tra cui molti capolavori, provenienti dai territori marchigiani colpiti dal terremoto”. Grazie all’allestimento curato dall’architetto Corrado Anselmi, i visitatori potranno osservare non solo il capolavoro di Tiziano ma anche il retro della tavola, dove sono presenti schizzi a matita, in parte ombreggiati a pennello, realizzati dallo stesso Tiziano e raffiguranti varie teste, una delle quali potrebbe essere il bozzetto per il Bambino in una prima stesura del dipinto. La possibilità di ammirare anche il retro della grande pala d’altare (olio su tavola, 312 x 215 cm) consentirà  di scoprire come venivano realizzate nel Cinquecento queste opere che tanta importanza e diffusione hanno avuto nella storia dell’arte italiana.  L’ingresso alla Sala Alessi sarà  libero e possibile tutti i giorni dal 5 dicembre al 14 gennaio 2018. I visitatori saranno ammessi in mostra in gruppi e accolti da storici dell’arte, coordinati da Civita, che faranno da guida nel percorso espositivo. La Pala Gozzi è il decimo capolavoro in mostra a palazzo Marino per il Natale: nelle precedenti edizioni dell’iniziativa, dal 2008, sono stati esposti La Conversione di San Paolo di Caravaggio, il San Giovanni Battista di Leonardo da Vinci, la Donna allo specchio di Tiziano, L’adorazione dei Pastori e San Giuseppe falegname di Georges de La Tour, gli “Amore e Psiche” di Antonio Canova e Francois Gerard, La Madonna di Foligno di Raffaello, La Madonna Esterhazy di Raffaello, L’Adorazione dei pastori di Rubens e l’anno scorso La Madonna della Misericordia di Piero della Francesca.

Condividi questo articolo