"/>
venerdì 22 settembre 2017 03:06:57
omnimilano

PALAZZO LOMBARDIA, CAPPELLINI INAUGURA MOSTRA DEDICATA A ROSA CAMUNA

25 maggio 2017 Cultura, Politica
L’apertura di questa mostra ripercorre la storia della Regione Lombardia, del suo stemma, del suo gonfalone e che ci riporta al primo sito Unesco riconosciuto in Italia, quello delle incisioni rupestri della Val Camonica. Tutto ricollegato alla storia e un patrimonio culturale forte che rappresenta la nostra regione”. E’ il commento dell’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della Regione Lombardia Cristina Cappellini che oggi ha inaugurato la mostra ‘La Rosa camuna: storia dello stemma regionale’ presso l’area espositiva N3 di Palazzo Lombardia a Milano. “E’ il modo migliore – ha continuato l’assessore Cappellini – per iniziare la serie di eventi in concomitanza con la Festa della Lombardia, il 29 maggio, che sara’ preceduta il 28 dalla consegna dei premi Rosa Camuna. Lunedi’ 29 maggio a Cremona ci sara’ il passaggio di consegne tra l’Anno del Turismo e l’Anno della Cultura: presenteremo il palinsesto delle iniziative con i nuovi bandi, gli strumenti di attuazione della nuova legge di riordino della Cultura”. La mostra e’ ad accesso libero e sara’ visitabile fino a mercoledi’ 21 giugno 2017 con questi orari di apertura: dal lunedi’ al venerdi’, dalle 10 alle 18. E’ prevista un’apertura straordinaria in occasione della Festa della Lombardia, con possibilita’ di visitare la mostra anche domenica 28 maggio dalle 10 alle 18. La mostra si inserisce nel programma di attivita’ per la Festa della Lombardia e ripercorre l’evoluzione del marchio della Regione Lombardia, dall’ideazione agli studi, fino al progetto finale, attraverso le tappe del gruppo di lavoro coordinato da uno dei maestri del design internazionale Bob Noorda con i suoi illustri colleghi Bruno Munari, Roberto Sambonet e Pino Tovaglia. Questo gruppo di designer, ha saputo interpretare nel migliore e piu’ semplice dei modi un’incisione rupestre della Valle Camonica che ancora oggi, a distanza di oltre 40 anni, ha lasciato in eredita’ un simbolo fortemente moderno e identitario radicato nell’immaginario collettivo dei cittadini lombardi. “Il fatto che una di queste incisioni rupestri sia diventata nel corso degli anni lo stemma ufficiale della Regione Lombardia – ha sottolineato l’assessore Cappellini – connota un’attenzione maggiore perche’ comunque e’ un simbolo riconosciuto da tutti i cittadini lombardi ed e’ entrato pienamente nelle nostre coscienze; non tutti purtroppo, ancora oggi, sanno che la ‘rosa camuna’ deriva da un altro simbolo che e’ piu’ antico e che ci rimanda all’eredita’ culturale che le popolazioni camune ci hanno lasciato e che ancora oggi e’ oggetto di approfondimento e di studio”. “L’anno prossimo – ha anticipato l’assessore Cappellini – ci sara’ in Valcamonica un grande congresso mondiale dedicato alle incisioni rupestri: la Federazione internazionale delle organizzazioni di arte rupestre (Ifrao) ha scelto di tenere in Italia il 20esimo ‘International rock art conference’, con studiosi provenienti che si ritroveranno a Darfo Boario Terme dal 29 agosto al 2 settembre 2018”.

Condividi questo articolo