"/>
mercoledì 23 agosto 2017 13:43:29
omnimilano

PALAZZO ISIMBARDI, NASCE ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI:

24 maggio 2016 Politica

Erasmus per giovani imprenditori è il programma di scambio transfrontaliero per gli imprenditori finanziato dall'Unione europea che offre la possibilità di lavorare a fianco di un imprenditore esperto in un altro Paese dell'unione per rafforzare le competenze necessarie per sviluppare un'impresa. Il progetto è stato presentato questo pomeriggio a Palazzo Isimbardi, sede della città metropolitana. Il soggiorno all'estero, pensato appunto per gli imprenditori in erba, può avere una durata complessiva da uno a sei mesi. Il programma è gestito da una rete di punti di contatto locali, ad esempio camere di commercio, incubatori e altre organizzazioni di sostegno alle imprese operanti nei paesi interessati il cui ruolo sarà quello di guida e interlocutore di riferimento per tutto il processo. Il giovane imprenditore che desidera partecipare al programma può iscriversi online e, una volta che la sua richiesta sarà stata accettata, riceverà un aiuto da parte del punto di contatto prescelto nella ricerca dell'imprenditore ospitante. All'iniziativa possono prendere parte sia imprenditori potenziali che hanno intenzione di avviare un'impresa e hanno un'idea già strutturata, sia chi l'ha già fatto negli ultimi tre anni. Altro requisito necessario è risiedere in modo permanente in uno dei paesi dell'Ue. Le spese di soggiorno sono cofinanziate dalla Commissione europea in partnership con la città metropolitana di Milano, cosicché gli iscritti possano usufruire di una sovvenzione calcolata sulla base del costo della vita nel paese ospitante. Lo stesso iter per l'iscrizione dovrà essere seguito dagli aspiranti imprenditori ospitanti, ovvero coloro i quali posseggono e amministrano da diversi anni una Pmi e hanno voglia di condividere la loro esperienza con le nuove leve. Anche loro dovranno iscriversi al programma e verranno aiutati a trovare un nuovo imprenditore che corrisponda ai requisiti accedendo a un catalogo online dove sono presenti tutte le candidature. “È uno scambio che deve andare a vantaggio di entrambi”, ovvero dell'aspirante imprenditore e dell'imprenditore esperto, ha spiegato Dario Parravicini, direttore del settore sviluppo economico e sociale della città metropolitana, presentando il progetto. La città metropolitana di Milano è il centro di contatto locale, punto di riferimento per tutto il territorio nazionale, e si avvale della collaborazione di Afol sud Milano (agenzia per la formazione e l'orientamento al lavoro) diretta da Michele Cafagna. Il progetto 'Erasmus for young entrepreneurs' non offre un tirocinio, ma – ha spiegato Roberta Zuccoli di Afol – “una sorta di joint venture tra due imprenditori” nell'ambito della quale ognuno impara dall'altro. Quando parliamo di giovani imprenditori – ha concluso – non ci riferiamo all'età anagrafica, ma all'età dell'impresa. Per una volta l'età anagrafica non è una discriminante per la selezione”.

Condividi questo articolo