"/>
domenica 23 luglio 2017 06:55:12
omnimilano

Nuovi interventi Polizia in Centrale e altre stazioni. A Lampugnano controllati bus per Germania e Francia

13 maggio 2017 Cronaca

Nuovi controlli della Questura di Milano presso le stazioni e i terminal partenze e arrivi. La Polizia di Stato, nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio finalizzati al contrasto della criminalità diffusa disposti dal Questore di Milano Marcello Cardona nelle aree di maggior afflusso di cittadini in viaggio, ha effettuato ieri dei controlli presso il Terminal dei bus della stazione di Lampugnano, la Stazione Centrale di Milano e alla Stazione Ferroviaria di Monza.  Presso il Terminal di Lampugnano, da cui partono i pullman diretti in Germania, Francia e Slovenia, gli agenti della Digos, unitamente a personale del Commissariato Bonola e del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica, hanno controllato 2 pullman diretti a Düsseldorf e a Parigi con i relativi 35 viaggiatori. Tutti i soggetti sono risultati in regola con i documenti e regolari permessi di soggiorno e un cittadino pachistano 21enne è stato arrestato perché trovato in possesso di un passaporto falso.  Nell’area della Stazione Centrale i poliziotti del Commissariato Garibaldi Venezia hanno controllato 20 persone e, al termine, hanno accompagnato 4 cittadini extracomunitari, sprovvisti di documenti, in Questura per l’identificazione.
Gli agenti del Commissariato Monza e del III Reparto Mobile di Milano, al termine dei controlli effettuati nei confronti di alcune persone che stazionavano presso lo scalo ferroviario brianteo, hanno accompagnato due cittadini extracomunitari presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Milano per le verifiche della loro posizione sul territorio nazionale. Plaude all’iniziativa l’assessore comunale alla Sicurezza Carmela Rozza: “Apprezzo il lavoro costante che la Questura sta facendo in stazione Centrale e l’impegno che sta mettendo nei servizi di controllo del territorio per contrastare la criminalità anche nella altre stazioni, punti importanti della mobilità milanese”.

Condividi questo articolo