"/>
mercoledì 16 agosto 2017 17:07:00
omnimilano

Nuove residenze per gli studenti Iulm nella cascina Moncucco riqualificata

15 settembre 2016 Cronaca

È stata presentata questa mattina la riqualificazione della cascina Moncucco, edificio storico tra Romolo e Famagosta che sarà adibito a residenze per gli studenti della università Iulm. Il recupero e il restauro dell’area in via Moncucco, in precedenza molto degradata, sono stati realizzati grazie a una collaborazione tra l’università, il ministero dell’Istruzione, comune e regione. La struttura, presente sulle carte già a partire dal 17esimo secolo, è di proprietà del comune ed è stata concessa in concessione d’uso per 30 anni. A questo contributo, il cui valore è stimato sui tre milioni di euro, si aggiungono un finanziamento di 4 milioni e 600mila euro del ministero e della regione e un investimento di Iulm pari a tre milioni e 500mila euro. La residenza a partire dal 1 ottobre ospiterà 100 studenti in camere doppie, con una retta di 400 euro comprensiva di utenze e spese. La struttura contiene anche una quindicina di camere attrezzate per l’uso da parte di studenti disabili, alcuni alloggi per professori, cucine, aree comuni di socializzazione e un’ampia corte centrale attorno alla quale sono organizzati gli spazi. Nel restauro degli edifici sono stati anche presi accorgimenti per la protezione antisismica e contro allagamenti e alluvioni, realizzando una vasca di laminazione del costo di 300mila euro. Per il rettore di Iulm Mario Negri l’importanza della riqualificazione sarà anche quella di “ridare al quartiere uno spazio di aggregazione culturale come era la cascina Moncucco un tempo”. Dello stesso avviso l’assessore ai Lavori pubblici Gabriele Rabaiotti, che auspica che l’iniziativa possa “allargare le prospettive e la visione dei giovani di questa zona”, un quartiere che “ha subito un grande degrado” e che si augura che grazie all’intervento di Iulm possa “vedere un importante rilancio anche culturale”, lavorando in collaborazione con le case popolari di via Russoli e il tessuto commerciale della zona. “Mi auguro che Iulm abbia la capacità di lavorare anche con il quartiere oltre che con il mondo”, ha concluso Rabaiotti. Per l’assessore regionale Viviana Beccalossi è importante anche il recupero delle radici agricole del territorio, e il fatto che il recupero sia avvenuto nel quadro delle linee guida regionali contro il consumo di suolo e per la rivalorizzazione delle strutture esistenti. Per l’inaugurazione della nuova struttura questa sera alle 21 si terrà un concerto di Franco Battiato all’Auditorium dello Iulm in via Carlo Bo 7.d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);

Condividi questo articolo