"/>
lunedì 21 agosto 2017 14:11:14
omnimilano

Nizza, messaggio di Scola ai funerali: “Costruire civiltà degna della nostra storia e capace di prospettiva”

23 luglio 2016 Cronaca

“Mi rendo presente con la preghiera e con l’affetto alla dolorosissima prova del barbaro trapasso dei vostri cari”. Così l’inizio del messaggio che il cardinale Angelo Scola ha rivolto ai famigliari di Mario Casati e Graziella Ascoli, vittime milanesi del massacro di Nizza.
I funerali sono stati celebrati oggi a Milano, entrambi presieduti da monsignor Carlo Faccendini, vicario episcopale del cardinale Scola per la città di Milano: nella parrocchia dei santi Nabore e Felice per Casati (con l’omelia pronunciata da fra Giuseppe Panzeri; in quella di Mater Amabilis per la Graziella Ascoli, con l’omelia di monsignor Giovani Giavini. Alle esequie il Comune è stato presente con il sindaco Giuseppe Sala e il vicesindaco Anna Scavuzzo. Ricordando le due persone uccise, il cardinale Scola nel suo messaggio – letto nei due funerali da monsignor Faccendini – ha voluto affidarli “con voi a Dio Padre e al suo abbraccio carico di misericordia e tenerezza”.
Le parole del messaggio dell’Arcivescovo di Milano assumono un valore particolare nella tragedia di queste famiglie e poche ore dopo i nuovi fatti di sangue di Monaco di Baviera.
“Il momento grave che stiamo vivendo anche in Europa chiede infatti a ciascuno una invocazione e una preghiera speciale allo Spirito di Gesù risorto perché risvegli la nostra fede troppo assopita e ci renda attivi costruttori di una civiltà degna della nostra storia e soprattutto capace di prospettiva, di ridarci una speranza affidabile”.
Graziella e Mario secondo Scola “ci sapranno accompagnare nell’assunzione di questa responsabilità che dobbiamo avere il coraggio di saper vivere nelle circostanze e nei rapporti che costituiscono la nostra esistenza quotidiana”.

Condividi questo articolo