"/>
giovedì 17 agosto 2017 07:52:26
omnimilano

Nizza, bandiera a mezz’asta a palazzo Marino. Prefetto convoca Comitato ordine e sicurezza

15 luglio 2016 Cronaca, Politica

La bandiera del Comune di Milano è esposta a mezz’asta sulla facciata di palazzo Marino, in segno di lutto per le vittime dell’attentato a Nizza. Il vessilo civico è stato abbassato stamani. Anche nelle sedi dei nove Municipi della città la bandiera civica è esposta a mezz’asta in segno di lutto per l’atto terroristico avvenuto a Nizza. “Milano a fianco del popolo francese e contro ogni forma di violenza e terrorismo”, si legge in una nota con cui il Comune annuncia l’iniziativa. Dopo la lettera a tutti i prefetti inviata dal Viminale per l’allarme terrorismo, oggi il prefetto Alessandro Marangoni ha convocato il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica alla presenza del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano, Francesco Greco, e del Console Generale della Repubblica francese Olivier Brochet. “Non esiste rischio zero – ha detto Marangoni al termine della riunone – ma il nostro lavoro è per ridurre al massimo la percentuale di rischio. La migliore risposta non è cedere a quello che i terroristi vogliono, cioè farci vivere nel terrore e farci chiudere in casa. Ecco perché bisogna combattere il terrorismo vivendo le nostre città, perché le forze dell’ordine sono al nostro fianco. Le squadre speciali antiterrorismo di polizia e carabinieri, di cui ha parlato il ministro Alfano, sono operative a Milano già da tempo. Abbiamo forze di polizia e intelligence tra i migliori al mondo. Io mi fido di loro”. Bandiere listate a lutto, fiori e un registro per i messaggi di condoglianze davanti al consolato francese, ma nessuna manifestazione promossa dalla rappresentanza diplomatica a Milano: “Ho chiesto alla comunita’ francese di non organizzare delle manifestazioni pubbliche per ragioni di sicurezza generale e per non complicare l’attivita’ dei servizi di polizia”, ha spiegato il console generale della Repubblica francese a Milano Olivier Brochet: “E’ la terza volta in poco piu’ di un anno che siamo colpiti. E’ un evento terribile – ha detto il console – ci ha molto segnato. La comunita’ e’ tristissima ma sopravvivera’”. Nel pomeriggio, una manifestazione di solidarietà in piazza Fontana promossa da Cgil, Cisl e Uil, e un presidio davanti al Centro islamico di viale Jenner organizzato dalla Lega.

Condividi questo articolo