"/>
sabato 21 ottobre 2017 08:36:43
omnimilano

Moda, dal 22 febbraio torna in città l’evento “Milano Fashion week”
174 collezioni e spazio ai nuovi brand

7 febbraio 2017 Cronaca, Cultura

Numeri da capogiro, quelli della Milano Fashion Week, in città dal 22 al 27 febbraio: 174 collezioni presentate in soli sei giorni tra 70 sfilate, 88 presentazioni, 37 eventi e 4 presentazioni su appuntamento. Eventi che non saranno più soltanto per gli “addetti ai lavori”, ma che si apriranno alla città: “Ci stiamo aprendo sempre più alla città, anche il sindaco Sala ci ha chiesto di rendere i milanesi partecipi a questo evento. Il nostro Fashion Hub Market, ad esempio, in cui ci sono i giovani brand italiani sarà aperto al pubblico e tutti potranno entrare per vedere cosa succede nel nostro mondo e curiosare” ha detto a margine della conferenza Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana. E se la Fashion Week “si apre” alla città è vero anche il contrario: oltre alla Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale – che anche nella passate edizioni è stata location protagonista di Milano Moda Donna – new entry ad ospitare passerelle e presentazioni sarà lo Spazio Cavallerizze presso il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia. “Una settimana della moda che riflette il momento di trasformazione che stiamo vivendo e che privilegia il racconto di storie singolari ed autentiche: dai brand che sfileranno per la prima volta con le collezioni uomo-donna, ai giovani brand supportati da CNMI che hanno trovato a Milano lo spazio ideale in cui esprimere la loro creatività – commenta Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana – Questa settimana si inserisce nel quadro positivo che possiamo tracciare per il nostro settore. Fondamentale il contributo delle istituzioni, che partecipano attivamente per alimentare il clima di energia che anima Milano.” Spazio, dunque, ai giovani e ai nuovi brand – sei maison sfileranno per la prima volta nel calendario ufficiale della manifestazione (Angel Chen, Annakiki, Calcaterra, Situationist, Vionnet e Xu Zhi) – e piccoli passo verso il cambiamento. Come per le maison Gucci e Bottega Veneta che presenteranno nella stessa sfilata della donna anche la collezione dell’uomo. “Si sta diffondendo questa necessità per i brand di presentare insieme le due collezioni. Il nostro calendario non è rigido è al servizio dei brand e della moda di oggi che è liquida come direbbe Bauman”, ha commentato Capasa accogliendo con entusiasmo questi cambiamenti.

Condividi questo articolo