"/>
mercoledì 18 ottobre 2017 15:24:04
omnimilano

Minori non accompagnati, 300 lombardi si propongono come tutori legali. Appello di Majorino: “Candidatevi”

26 settembre 2017 Cronaca, Politica

“Fatti gli elenchi, adesso è il momento di lavorare sodo affinché questo esercito del bene che si è costituito possa essere in grado di dare risposte a un’esigenza sociale che negli ultimi anni è andata sempre più aumentando”. Così il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Lombardia, Massimo Pagani, in merito incontro in programma nel pomeriggio nella Sala Alessi di Palazzo Marino, nel corso del quale si farà il il punto sulla figura del tutore volontario per i minori stranieri non accompagnati della Lombardia, come previsto dalla legge del 7 aprile 2017, e ci si soffermerà sulla situazione attuale e i possibili scenari futuri.
La normativa è stata introdotta per il reclutamento di volontari che si candidano a esercitare gratuitamente la responsabilità genitoriale per i minori già presenti o in ingresso sul territorio nazionale. Si tratta di cittadini che dovranno non solo farsi carico della rappresentanza giuridica ma promuovere anche una sorta di “genitorialità sociale” e di cittadinanza attiva, vigilare sul benessere psico-fisico del tutelato, amministrare l’eventuale patrimonio, seguire percorsi formativi, scolastici ma anche di ricongiungimento famigliare dei minori stranieri non accompagnati che, si stima, in Lombardia sarebbero più di 1000. Le domande pervenute presso la sede del Garante della Lombardia, Autorithy situata presso il Pirellone, sono state oltre 300. Due le liste, una per il Tribunale dei minorenni di Milano e l’altra per il Tribunale dei minorenni di Brescia. Le richieste sono arrivate da Milano (141), Bergamo (25), Monza e Brianza (22), Varese (17), Brescia 16, Como (12), Lecco (11), Pavia (8), Lodi (6), Mantova (4), Sondrio (2) e Cremona (1).

In occasione di un convegno sul tema, l’assessore del Comune Pierfrancesco Majorino ha lanciato un appello:  “Il tutore volontario – ha detto – ha già registrato un buon avvio”, “piace vedere che ancora una volta Milano si dimostra molto sensibile e pronta a rispondere ad esperienze di accoglienza e vicinanza in questo caso a bambini e adolescenti rimasti soli. Invitiamo tutti i cittadini che si sentono di farlo a candidarsi, l’avviso non ha scadenza”.
Al momento i minori stranieri non accompagnati accolti e seguiti nelle comunità educative sono 678. Una trentina di questi stanno vivendo l’esperienza dell’affido familiare.

Condividi questo articolo