"/>
sabato 21 ottobre 2017 21:12:17
omnimilano

MINACCIA PRESUNTO RESPONSABILE DEL SUO ARRESTO, 46ENNE TORNA IN CARCERE

26 aprile 2016 Cronaca

Lo scorso mese di maggio un 46enne di Cologno Monzese (Mi) venne arrestato dai Carabinieri per porto abusivo di arma clandestina, spari in luogo pubblico, detenzione illegale di munizionamento e minacce gravi nei confronti un 21enne del posto, tifoso della Juventus, che si era trovato in compagnia di amici fuori da un bar di via Toscana per festeggiare la vittoria della squadra. L’uomo, M.F. pregiudicato e residente in zona, a seguito di una lite con quest’ultimo, scaturita per motivi di parcheggio, andò a casa per prendere una pistola calibro 38 special che deteneva illegalmente e ritornò sul posto per un regolamento di conti. Sotto la minaccia dell’arma costrinse il giovane a seguirlo nel parcheggio esplodendogli a pochi centimetri dal volto un colpo che impattò nel terreno. Subito dopo si diede alla fuga e venne rintracciato nei pressi di un supermercato della zona dai Carabinieri che lo arrestarono. A casa i militari trovarono l’arma, con matricola abrasa, nascosta nel letto tra le coperte.L'uomo era stato arrestato e portato in carcere a Monza e successivamente ammesso a scontare la pena ai domiciliari. Nonostante stesse ancora espiando la misura, una settimana fa però è ritornato sul luogo del delitto e ha minacciato i proprietari del bar che lui ritiene responsabili del suo arresto. I carabinieri hanno subito segnalato l’accaduto all’autorità giudiziaria che ha emesso un provvedimento di revoca della detenzione domiciliare. La misura è stata eseguita dai Carabinieri di Sesto San Giovanni, dove l’uomo stava attualmente scontando la pena in casa di familiari. Così, per l’arrestato si sono nuovamente aperte le porte del carcere.

Condividi questo articolo