"/>
domenica 20 agosto 2017 06:15:02
omnimilano

Milanosport, chiuso il bilancio 2015
“Costi ridotti del 30%”

7 aprile 2016 Sport

Milanosport, società del Comune di Milano che gestisce la maggior parte degli  impianti sportivi e delle piscine cittadine, chiude il bilancio 2015 con “numeri estremamente positivi,   confermando il percorso di efficientamento e riduzione dei costi portato avanti in questi anni che ha   consentito di ridurre i costi di gestione da 30 a 21 milioni di Euro, e di contenere il contributo comunale   a 3,7 milioni di Euro, il valore più basso di sempre”.  Nel 2015 i ricavi si attestano a 21,1 milioni di Euro, con un netto incremento dei ricavi da utilizzo impianti che salgono del 22% a 5,4 milioni. Buono anche l’andamento delle vendite e noleggio di   materiale sportivo negli impianti, che salgono del 12% anche grazie alle ottime performance degli spazi   vendita nati dalla partnership avviata con Speedo.
Sul fronte dei costi, si legge in una nota di Milanosport, “nel 2015 è proseguito il percorso di riduzione dei costi caratteristici e di   efficientamento della gestione, questi sforzi hanno prodotto un’ulteriore riduzione dei costi di gestione   che sono scesi del 6% rispetto al 2014, attestandosi a 21 milioni di Euro, a fronte di un incremento dei   fruitori degli impianti. In particolare, rispetto al 2014 cala dell’11% la voce di spesa servizi, grazie   all’ulteriore riduzione dei costi per le utenze, alla ricontrattazione dei contratti di pulizia e più in   generale alla riduzione di tutte le principali voci di costi di gestione impianti. Questi risultati sono frutto   del continuo lavoro di analisi e monitoraggio della gestione introdotto a partire dal 2012. Nello   specifico, un confronto tra il bilancio 2011 e quello 2015 evidenzia il calo di quasi tutte le voci di spesa:   appalto calore (-21%, con risparmi per 465mila Euro), lavoro interinale (-85% con risparmi per 2,4 milioni   di Euro grazie alla riorganizzazione interna concordata con le associazioni sindacali e tramite un accordo   che ha consentito di gestire i picchi di lavoro e di migliorare il servizio che è ora gestito direttamente dal   personale di Milanosport, più esperto e competente rispetto ai collaboratori esterni), una forte   diminuzione di tutte le voci relative alle utenze tra le quali citiamo le  spese telefoniche (-46%, risparmi   di oltre 70mila Euro), gas metano (-50%, con risparmi per 308mila Euro). In calo anche i costi per   elettricità e acqua, voci importantissime per dei gestori di piscine, che si riducono del 12% con risparmi   complessivi per € 110mila Euro.  Grazie a questi risparmi è stato possibile ridurre il contributo del Comune di Milano del 53%, dagli 8   milioni di Euro del 2011 ai 3,7 milioni del 2015, il valore più basso di sempre.  A fronte delle significative azioni pianificate per la razionalizzazione e l’ottimizzazione della gestione, nel   medesimo periodo Milanosport ha incrementato il numero dei servizi e delle attività corsistiche.  In   particolare, per adeguarsi sempre più alle richieste proveniente dal mercato, Milanosport ha reso più   flessibili gli orari di accesso agli impianti e incrementato il numero della attività sportive seguite e del   numero dei corsi organizzati.  Nello specifico, rispetto alla stagione 2011/12 si registra un incremento del 28% dei corsi organizzati   negli impianti Milanosport. Aumenta il numero di corsi, ma aumenta anche (+9%) il numero delle   discipline sportive oggetto dei corsi (nel 2015 sono ben 75) in seguito all’analisi compiuta sul mercato   generale dell’offerta sportiva a Milano condotta al fine di costruire un’offerta sempre più completa e   diversificata. Fedele alla propria mission, ovvero promuovere la pratica sportiva presso un numero   sempre maggiore di cittadini, Milanosport ha inoltre potenziato l’offerta dedicata ai più giovani.   Rispetto alla stagione 2011/12, cresce dell’8% l’offerta didattica dedicata ai bambini tra i 2 anni e gli 12   anni, e aumentano del 24% i corsi nella fascia 3 mesi – 16 anni. È importante sottolineare come tutti gli   incrementi indicati siano stati ottenuti con un numero di impianti inferiore rispetto al 2011 (21 impianti   nel 2011 – 17 impianti nel 2015). Negli ultimi anni sono stati infatti eseguiti numerosi lavori di   ammodernamento e adeguamento delle strutture che hanno comportato la chiusura temporanea di   importanti impianti (Palaiseo, Solari e Sant’Abbondio su tutti).  Il ruolo non solo sportivo ma anche sociale di Milanosport è infine evidenziato nella voce relativa ai   Campus estivi per bambini e ragazzi, che hanno visto un forte incremento del numero di iscritti   arrivando a 3064 (+ 54% rispetto al dato del 2011).    “Siamo molto soddisfatti del lavoro compiuto e dei risultati ottenuti in questi anni per razionalizzare e   ottimizzare le attività di Milanosport – ha dichiarato Piefrancesco Barletta presidente di Milanosport che   ha aggiunto –  “gli ottimi risultati ottenuti sono riconducibili sia alle corrette scelte del piano industriale   sia al grandissimo lavoro compiuto da tutti i dipendenti della società ai quali va il mio ringraziamento   perché oggi Milanosport rappresenta un esempio a livello nazionale su come una società con un   azionista pubblico possa pur contenendo i costi offrire un servizio unico per qualità e competitività”.

Condividi questo articolo