"/>
giovedì 17 agosto 2017 01:45:58
omnimilano

Milano dai bombardamenti alla rinascita: mostra racconta città del dopoguerra

9 novembre 2016 Cultura

Sono 170 immagini d’epoca, video, documenti, reperti bellici e oggetti di design a introdurre il visitatore nel mondo dell’immediato dopoguerra della Milano sconvolta dai bombardamenti nella nuova esposizione di palazzo Morando. La mostra ‘Milano, storia di una rinascita – 1943-1953 dai bombardamenti alla ricostruzione’, la terza di un percorso espositivo che ha già visto ‘Milano tra le due guerre’ e ‘Milano città d’acqua’, è stata inaugurata oggi alla presenza dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno. “La scelta del periodo storico, dal 1943 al 1953 non è casuale”, spiega il curatore Stefano Galli: si parte dai bombardamenti che rasero al suolo la città e si arriva a uno degli eventi che ne segnarono la rinascita, la mostra di Picasso a palazzo Reale nella quale Guernica, dipinto che parla di distruzione, fu esposta nella sala delle Cariatidi, ancora danneggiata dalla guerra”. Tra scene di vita quotidiana e visioni stranianti, come quella dei campi di grano e degli orti di guerra in piazza Duomo, o lungo i binari dei tram, la mostra racconta la distruzione e la ricostruzione di una città fortemente sfigurata dalle bombe, eppure capace di rialzarsi grazie anche alla forza del suo patrimonio artistico. “La cultura è lo strumento attraverso cui la città si ricostruì”, prosegue Galli, “e questo è dovuto al lavoro di di grandi uomini che decisero di salvare i simboli della città, gravemente danneggiati, attorno ai quali si sono riconosciuti i cittadini”. Per l’assessore Del Corno “Palazzo Morando sempre più riesce a raccontare l’immagine della città, con mostre e attività che donano una grande consapevolezza della storia di Milano, soprattutto quella più recente, una condizione necessaria per poter costruire il futuro”.

Condividi questo articolo