"/>
lunedì 21 agosto 2017 08:27:20
omnimilano

MIGRANTI, ‘SE FOSSI UN LIBRO’ ARRIVA IN CENTRALE: DOMANI BIBLIOBUS E INIZIATIVE

30 settembre 2016 Cronaca

Dopo aver fatto tappa a Mantova, Brescia e Bergamo arriva anche a Milano “Se fossi un libro”, tour in bibliobus per la raccolta di libri da destinare a cooperative e centri di seconda accoglienza. Ll'iniziativa sarà l'appuntamento clou de “L’ora della cooperazione”, settimana di eventi dedicata alla scoperta della Lombardia cooperativa promossa dall'Alleanza delle Cooperative Italiane Lombardia (coordinamento delle associazioni AGCI Lombardia, Confcooperative Lombardia e Legacoop Lombardia). Destinatari dei libri – spiegano gli organizzatori – saranno profughi e rifugiati ospitati in cooperative e centri di accoglienza con l’obiettivo di facilitare e sostenere la loro alfabetizzazione e conoscenza dell’italiano e di promuovere, attraverso la cultura, l’integrazione, la solidarietà e la libertà, valori fondamentali per la cooperazione.
La biblioteca a quattro ruote, partita da Mantova il 28 settembre, dopo le tappe intermedie di Brescia e Bergamo, approderà domani a Milano, dalle 9 alle 18, “in un luogo simbolo di passaggio e migrazione”, Piazza Duca D'Aosta (Stazione Centrale). A ridosso della “Mela Reintegrata” di Michelangelo Pistoletto a fare da centro di raccolta sarà il bibliobus del Comune di Milano. Inaugurata dello scrittore milanese Gianni Biondillo, la mattinata sarà animata, a cura della cooperativa Pandora, da attività rivolte ai più piccoli, con letture e laboratori creativi per la costruzione di un libro e la partecipazione dello scrittore senegalese Pap Khouma e Giuliano Pisapia.
Alle ore 17 si terrà l’evento conclusivo curato dalla cooperativa Industria Scenica, con performance, reading e ospiti (Don Gino Rigoldi, Bruno Pizzul, Pierfrancesco Majorino e Filippo Del Corno). “Ci aspettiamo di innescare una forte mobilitazione e partecipazione, una “gara” a chi raccoglierà più libri, una “sfida” a scegliere il volume che si ritiene più adatto, giusto e utile, un “gioco” a interrogarsi su quale libro manchi, quale sia da evitare e quale da moltiplicare. Tra i volumi consigliati ci sono: narrativa, poesia e fumetti, testi di alfabetizzazione (grammatiche e dizionari), libri per l’infanzia (fiabe, illustrazioni, libri sensoriali), dizionari visuali (in particolare sul lessico delle professioni), manuali, atlanti, mappe geografiche”, spiegano ancora gli organizzatori.
Il progetto è sviluppato in collaborazione con le cooperative aderenti all’Alleanza, le associazioni e le realtà del territorio che gestiscono servizi di accoglienza ai rifugiati.

Condividi questo articolo