"/>
giovedì 23 novembre 2017 08:24:40
omnimilano

Migranti, Sala: “Subito il campo base ma prepararsi per altri spazi”

7 luglio 2016 Politica

Il sindaco Giuseppe Sala e l’assessore alle politiche Sociali Pierfrancesco Majorino hanno incontrato questa mattina il prefetto Alessandro Marangoni per affrontare il problema dell’accoglienza dei profughi. All’uscita dalla Prefettura, Sala ha spiegato che “è una soluzione continua che va trovata, il problema si ripropone sempre perché gli arrivi in Lombardia sono importanti. Qui arrivano il 14% dei migranti, quindi un numero significativo. Adesso cercheremo in fretta di aprire le porte del campo base però nessuno di noi sa quanto di nuovo si genererà”, ovvero quanti saranno i nuovi arrivi. “Bisogna prepararsi – ha proseguito- ad avere ancora più spazi, adesso stiamo vedendo con la società Expo un po’ di cose perché ricordo che in origine quel campo base doveva essere smantellato quindi bisogna che la società accetti che rimanga aperto. In questo momento rappresenta uno sfogo importante. Si stanno preparando anche altre soluzioni, ma quello nell’immediatezza è il primo luogo che è già disponibile perché i container sono sempre stati funzionanti. Se la società Expo è d’accordo è quasi immediato” il suo utilizzo “perché è già funzionante”. Al momento nel campo base di Expo “potranno essere accolti 150 profughi, poi vedremo, cominceremo con i primi 150″. A dirlo è il sindaco Giuseppe Sala dopo l’incontro con il prefetto Alessandro Marangoni per affrontare il problema dell’accoglienza dei migranti. A chi gli ricorda che la Regione non è d’accordo sull’utilizzo di quella struttura risponde:”il ministro ha deciso, a tutti quelli che non sono d’accordo io dico che ci diano una soluzione. Il problema bisogna vederlo all’origine:c’è un accordo Stato- Regione, quindi la Regione non può lavarsene le mani. Quando si accetta che il 14% dei migranti arrivino in Lombardia il problema si pone, inoltre ci sono tanto comuni lombardi che non hanno nessun profugo, non si può sempre scaricare su Milano che con generosità fa la sua parte. A questo punto bisogna allargare, noi non ci tiriamo indietro, ma chiediamo di avere al tavolo anche la Regione oltre al governo”.

Condividi questo articolo