"/>
sabato 18 novembre 2017 18:28:50
omnimilano

Migranti, da settembre primi ospiti nel campo base Expo. Sala a Maroni: “Se ne faccia una ragione”

26 luglio 2016 Cronaca, Politica

“Noi dal primo settembre metteremo una prima quota di migranti nel campo base di Expo”. Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala al termine del suo incontro in prefettura con Mario Morcone, capo dipartimento per l’immigrazione del Viminale. “Stiamo trovando anche altre soluzioni per decongestionare le strutture che sono in una situazione difficile”, ha aggiunto, spiegando che la prima quota di profughi che sara’ ospitata al campo base sara’ di 150 persone. Riguardo alle polemiche sul tema con la Regione e il centrodestra, quindi Sala ha detto: “Il presidente della Regione Lombardia, quando dice no al campo base di Expo, se ne faccia una ragione perche’ noi ce li metteremo”.  “Oppure – ha proseguito in riferimento al governatore Roberto Maroni – deve avere la capacita’ di fare si’ che si riequilibri la differenza fra Milano e la altre citta’” nel numero di migranti ospitati in proporzione alla popolazione, ma “ho qualche dubbio che sia in condizione di portarci via dei migranti e distribuirli come sarebbe corretto sulle altre citta’ di regione Lombardia”. Sala ha sottolineato come ad oggi Milano sia  “al limite e di piu’ sara’ comunque difficile ospitarne”. “Noi lo stiamo facendo con la collaborazione del terzo settore e caricandoci di un po’ di costi che sono quelli che gia’ abbiamo. Speriamo di non averne di piu'”, ha detto il sindaco, spiegando che nell’incontro “abbiamo esaminato la situazione generale cercando di partire dai numeri. Non vogliamo discutere del criterio per cui il 14 per cento dei migranti vengono destinati alla Regione Lombardia, che e ‘ una decisione condivisa fra Regione e Stato. Il tema e’ che attualmente a Milano abbiamo 3150 migranti, che rapportati al numero di quelli della Regione Lombardia fa il 14 per cento, e Milano ha il 13 per cento della popolazione lombarda”. Per la Regione risponde a stretto giro l’assessore alla Sicurezza, Simona Bordonali:  “Il sindaco Sala forse non ha ancora capito che a mandare i clandestini a Milano è il suo segretario di partito Matteo Renzi e che la Regione non c’entra nulla con la redistribuzione degli immigrati. Fosse per noi tutti i clandestini, che rappresentano il 60 per cento del totale, sarebbero già rimpatriati. Del resto Maroni da ministro dell’Interno aveva dimostrato di saperlo fare, al contrario di chi governa adesso il Paese”.
“I sindaci di Milano e di Rho, d’accordo con il prefetto e il capo dipartimento Morcone – conclude Bordonali- hanno deciso di mandare 150 immigrati nell’ex campo base di Expo. Si preparino, perché mobiliteremo i cittadini e ci opporremo con ogni mezzo”.

Condividi questo articolo