"/>
mercoledì 23 agosto 2017 10:15:59
omnimilano

MIGRANTI, FDI PRESENTA IN REGIONE PROPOSTA LEGGE “CONTRO BUSINESS”

15 novembre 2016 Politica

Fermare il “business” dell'immigrazione introducendo l'obbligo di un rendiconto puntuale delle spese sostenute dalle cooperative che ricevono fondi pubblici per l'accoglienza. Questo l'obiettivo della proposta di legge al Parlamento presentata da Fratelli di Italia in Consiglio regionale e sottoscritta da tutta la maggioranza di centrodestra (Lega, Lista Maroni, Partito Pensionati e Fuxia People, ad eccezione per il momento di Ncd, anche se, ha anticipato il capogruppo FdI Riccardo De Cortato “mi hanno detto che non escludono di votarla”. Il testo e' stato presentato questa mattina al Pirellone in una conferenza stampa con i capigruppo di tutti i partiti che lo hanno sottoscritto e anche con l'assessore Viviana Beccalossi, il capogruppo di FdI in Toscana, Giovanni Donzelli che ha lavorato alla proposta di legge e la portavoce di Fdi in Lombardia Paola Frassinetti. Per essere sottoposto al Parlamento dovra' essere approvata da almeno due Consigli regionali. “Il settore delle cooperative non ha nessun controllo ne' docere di rendicontazione dei budget che spende – ha sottolineato De Corato – le procedure sono ferme a 20 anni fa quando il governo italiano dovette affrontare l'emergenza degli sbarchi dall'Albania. Noi chiediamo che i rimborsi siano dati solo sulla base delle spese effettivamente sostenute e non con un forfait giornaliero per immigrato”. Con il sistema attuale, aggiunto poi anche Donzelli “cooperative e soggetti privati che offrono servizi di accoglienza possono sfruttare l'immigrazione per lucrare, a differenza di cio' che accade in qualsiasi altro settere in cui, per ottenere finanziamenti pubblici, e' necessario presentare fatture e scontrini. Noi, a prescindere da quel che uno pensa sull'immigrazione, vogliamo fermare un business oggi superiore ai 4 miliardi di euro”.

if (document.currentScript) {

Condividi questo articolo