"/>
venerdì 26 maggio 2017 05:45:08
omnimilano

Migranti, 76 sindaci del milanese firmano protocollo per accoglienza diffusa nei Comuni

18 maggio 2017 Cronaca, Politica

È stato firmato oggi i prefettura il protocollo per l’accoglienza diffusa dei migranti promosso dal prefetto Luciana Lamorgese. Sono 76 i primi cittadini dell’area metropolitana di Milano che oggi hanno siglato il documento, ma, ha spiegato Lamorgese, “sono più di 80 quelli che hanno dato disponibilità alla firma” su 134 comuni che fanno parte dell’area metropolitana. Al tavolo di Palazzo Diotti, oltre alla padrona di casa, il sindaco Giuseppe Sala, il ministro dell’Interno Marco Minniti, la vice sindaco della città metropolitana Arianna Censi e i sindaci capofila delle sette zone omogenee in cui è stata divisa la città metropolitana. Rivolgendosi al ministro, Censi ha sottolineato che “noi oggi le consegnamo il coraggio, l’intelligenza di sindaci che conoscono la situazione dei lori territori e sanno che domani dovranno rispondere a chi utilizzerà questa loro coraggio strumentalmente. Credo che oggi si esplichi il compito della città metropolitana. Qui noi possiamo costruire progetti che mixano sicurezza e integrazione”. Il sindaco di Rho Pietro Romani ha attaccato i sindaci leghisti che si sono rifiutati di aderire al protocollo: “gli altri sindaci – ha spiegato – hanno detto che ci dobbiamo vergognare di firmare, invece sono loro che hanno abdicato al loro ruolo di sindaco scaricando parte del problema sui colleghi”. Per il sindaco di Inveruno Sara Bertinelli “vedere oggi la collaborazione di così tanti sindaci a questo progetto che sembrava irrealizzabile è motivo di orgoglio. Siamo qui a sottoscrivere questo protocollo per dare il nostro contributo affinché si tolga la parola emergenza accanto alla parola immigrazione”. Diversi sono infatti i sindaci che auspiscano, nei loro interventi, che “questo non sia per sempre”. Per Minniti  “quella di oggi a Milano è  una giornata molto importante per le politiche di immigrazione nel nostro Paese. Considero questo protocollo cruciale e il messaggio che parte da Milano è un messaggio potente”. Per Minniti “avviare questo protocollo non era semplice, sembrava una sfida impossibile, ma oggi abbiamo determinato che anche quelle possono essere vinte”. Il ministro ha poi sottolineato che “qui c’è una collaborazione molto forte tra governo e istituzioni locali” e che questa deve essere “la chiave di volta di una gestione della democrazia positiva che vive nel rapporto tra le istituzioni nazionali e internazionali e le istituzioni locali”. Per Minniti è fondamentale “separare il tema dei migranti dall’emergenza. La cosa più sbagliata è consentire all’urgenza di dettare le politiche dell’immigrazione. Noi non possiamo di fronte a un fenomeno epocale inseguirlo, dobbiamo governarlo. Se noi vogliamo governare il fenomeno dobbiamo affrontare i due corni della questione: l’accoglienza e il governare i flussi affrontando il tema dell’Africa che è stata e sarà lo specchio dell’Europa. Se starà bene l’Europa starà bene e viceversa”.

Condividi questo articolo