"/>
martedì 22 agosto 2017 09:13:44
omnimilano

Mezzi pubblici, Nuove agevolazioni nel weekend per le tariffe ‘senior’

6 novembre 2016 Cronaca

Successo delle tariffe agevolate per i titoli di viaggio Atm riservati agli anziani. Nel 2016 sono stati rilasciati 450mila abbonamenti mensili e 5mila annuali, per questo la Giunta comunale – spiega palazzo Marino – ha deciso di applicare una ulteriore modulazione delle agevolazioni. Da quest’anno il sabato e la domenica la tariffa agevolata non ha limiti orari, confermata invece dal lunedì al venerdì dopo le 9.30, nella fascia cosiddetta “di morbida”. La tariffa agevolata è rivolta a uomini over 65 e donne over 60 e permette di viaggiare a un costo di 16 euro per l’abbonamento mensile e 170 euro per l’annuale. Confermata anche l’agevolazione dei titoli di viaggio legati al reddito Isee. A poter usufruire dell’abbonamento mensile “Senior” a 22 euro e dell’annuale a 200 euro sono uomini e donne over 65 con un reddito Isee compreso tra 16.000 e 28.000 euro. Sempre nel 2016 sono stati venduti 106mila abbonamenti ridotti mensili. Confermata per gli ‘over 65’ con un Isee sotto i 16 mila euro la totale gratuità. Continua anche la fase sperimentale, per i minori in affido a famiglie o a comunità educative l’Amministrazione ha deciso una riduzione dell’abbonamento mensile da 22 a 19 euro. In totale nel 2016 sono stati venduti 32mila abbonamenti urbani annuali e 1.700.000 abbonamenti urbani mensili. “Tra 2016 e 2014 vi è stato un aumento del 7% degli abbonamenti annuali e dell’11% dei mensili – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente -. Autobus, tram e metropolitane sono a Milano il mezzo di trasporto utilizzato dal 58% dei milanesi, segno della sensibilità alla mobilità sostenibile ma anche dell’efficienza della nostra rete. Con queste tariffe agevolate veniamo anche incontro alle diverse esigenze dei cittadini e riduciamo sensibilmente il costo del mezzo pubblico, tra i più bassi d’Europa. Ora la sfida da raggiungere è l’integrazione tariffaria treno-gomma e città-provincia: per questo abbiamo chiesto a Regione Lombardia di riaprire il tavolo con urgenza”. L’orario scelto – spiega infine il Comune – risponde ai bisogni della maggior parte dei viaggiatori di questa fascia di età che si muovono attraverso la rete del trasporto pubblico milanese, la più estesa del Paese e una delle più estese in Europa, principalmente tra le 9.30 e le 10.30.}

Condividi questo articolo