"/>
sabato 19 agosto 2017 09:28:23
omnimilano

MEMORIA,MATCH CALCIO CASERMA MONTELLO-PALAZZO MARINO IN RICORDO ALLENATORE EBREO

26 gennaio 2017 Senza categoria

Sono state le squadre del comune e degli ospiti della caserma Montello ad aprire la quarta edizione del torneo dedicato all’ex allenatore dell’Inter Arpad Weisz. In vista della giornata della Memoria l’appuntamento voleva ricordare l’allenatore ungherese di origine ebraica ucciso nel lager di Auschwitz all’interno di un intero pomeriggio all’Arena civica Gianni Brera. Per l’occasione i ‘Black Panthers’, la squadra composta dai richiedenti asilo ospitati nella caserma di via Caracciolo, hanno sfidato la squadra del comune di Milano. A scendere in campo in rappresentanza di Palazzo Marino sono stati il consigliere di Forza Italia Fabrizio De Pasquale che indossava la maglia numero 10, gli ex consiglieri Alan Rizzi e Alessandro Giungi, il consigliere del municipio 7 Lorenzo Zacchetti, il consigliere del municipio 5 Cosimo Stallo e diversi dipendenti comunali. Nei 60 minuti della partita le undici ‘pantere’ hanno inferto una bruciante sconfitta agli avversari milanesi. Al triplice fischio finale, infatti, il risultato scandiva un secco 5 a 0 a favore dei Black Panthers che non hanno concesso agli sconfitti nemmeno il goal della bandiera. La sconfitta, spiega però l’allenatore, era in parte annunciata per via delle assenze pesanti di consiglieri come il forzista Pietro Tatarella, un tempo giocatore professionista e punta di diamante della squadra di Palazzo Marino. Alla fine una calorosa stretta di mano tra le due squadre perché, al di là del risultato, a vincere è stato il motto ‘il calcio unisce,il razzismo divide’,come recitava uno degli striscioni esposti all’arena.

Condividi questo articolo