"/>
lunedì 20 novembre 2017 20:18:29
omnimilano

Maroni: con bassa affluenza Governo mi dirà ‘accontentati di poco’

15 ottobre 2017 Autonomia, Politica

“E’ chiaro che più gente andrà a votare più potere negoziale avrò a Roma, questa è l’unica differenza per me rilevante”. Lo ha ribadito il presidente della Regione Roberto Maroni intervenendo alla trasmissione “1/2 in più”, di Lucia Annunziata. Rispondendo a una domanda sull’affluenza che si attende per il referendum del 22 ottobre, il governatore ha ricordato che “non c’è il quorum” e “proprio perché non è stato messo il quorum – ha detto – mi aspetto che vinca il sì e se vince il sì apro la trattativa con il Governo”. “Se c’è un’ altissima percentuale di affluenza avrò più potere negoziale e partirà subito con la richiesta delle 23 materie” su cui vogliamo trattare, ha detto, senza dare indicazioni numeriche, mentre “se va meno gente il Governo avrà buon gioco a da dire ‘accontentati di poco’”. Nel corso della trasmissione Maroni è anche tornato a precisare che il referendum lombardo è diverso da quello per l’indipendenza della Catalogna. “Il referendum della Catalogna è stato fatto contro la Costituzione spagnola – ha affermato – il nostro per attuare la Costituzione, nel titolo V, nell’ambito dell’unità nazionale”

Condividi questo articolo