"/>
domenica 19 novembre 2017 11:33:12
omnimilano

MALTEMPO, ALLERTA ARANCIONE RISCHIO IDRAULICO LOCALIZZATO SU FIUME PO

28 novembre 2016 Cronaca

La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attivita' e' coordinata dall'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, ha emesse un avviso di moderata criticita' (codice arancio) per rischio idraulico sulle zone PO6 (Taro-Oglio province di Cremona e Mantova, stazioni di Casalmaggiore e Boretto), P07 (Oglio e Mincio-Secchia, stazione idrometrica di Borgoforte, provincia di Mantova) e P08 (Comuni lombardi a valle del Mincio-Secchia, stazione idrometrica di Sermide, provincia di Mantova) e ha revocato i codici di allerta sulle zone PO3 (Ticino-Lambro, provincia di Pavia), PO4 (Lambro-Adda, province Lodi e Cremona, stazione di Piacenza) e PO5 (Adda-Taro, provincia di Cremona). Per la giornata di oggi, lunedi' 28/11, si conferma un rinforzo del vento da est su Pianura e Oltrepo' Pavese, con valori medi orari fino a moderati e locali raffiche fino a intensita' forte. Deboli piogge sparse possibili sulla Pianura e sulla fascia prealpina. Dal tardo pomeriggio l'abbassamento delle temperature favorira' deboli nevicate sulla fascia prealpina sopra i 500 metri, con accumuli al suolo al piu' di qualche centimetro sopra gli 800 – 1000 metri. Nella giornata di domani, martedi' 29 novembre, saranno possibili ancora precipitazioni molto deboli nella notte, in esaurimento al primo mattino con contributi totali trascurabili. Un'onda di piena e' attualmente in transito nel tratto terminale del territorio lombardo: attualmente il colmo di piena e' in ingresso alla sezione di Boretto e, sulla base degli attuali scenari di previsione, raggiungera' la sezione di Borgoforte nel pomeriggio-sera di oggi 28/11 e la sezione di Sermide nelle ore centrali di domani 29 novembre (raggiungendo la criticita' moderata – arancione). I livelli di criticita' previsti sono un poco inferiori a quanto previsto nei giorni scorsi, per effetto soprattutto della laminazione nelle aree golenali e del rigurgito del Po negli affluenti. Seguiranno aggiornamenti. Un'onda di piena e' attualmente in transito nel tratto terminale del territorio lombardo e indicativamente (in base agli attuali scenari di previsione) interessera' la regione fino alla giornata di domani, martedi' 29/11. I livelli del fiume Po nel tratto lombardo, a valle della sezione di Boretto (dove si sta raggiungendo il picco in queste ore), sono previsti in aumento nelle prossime 24-36 ore e raggiungeranno livelli attorno alla soglia di moderata criticita' (codice arancione) nelle zone riportate in tabella (PO6, PO7 e PO8). Nel tratto a monte di Boretto si osserva gia' una diminuzione dei livelli. Entro le prossime 24-36 ore, nel tratto terminale del Po lombardo, si prevede che potrebbero essere interessate le strutture e le attivita' poste nelle aree golenali aperte. A titolo precauzionale si suggerisce di interdire l'accesso alle aree golenali, compreso l'utilizzo delle piste ciclabili, e di prestare la massima attenzione lungo tutto il corso d'acqua. Nell'ambito del servizio di piena proseguono le attivita' del personale Aipo lungo l'asta del Po, in stretta collaborazione e coordinamento con il sistema nazionale, regionale e locale di protezione civile. Sono in atto le verifiche sugli argini maestri del Po, argini secondari e sulle chiaviche adibite allo scarico del reticolo secondario. Riguardo alla navigazione fluviale, viene ancora raccomandata la cauta navigazione per elevata velocita' della corrente, materiale flottante e ridotti tiranti d'aria sotto i ponti, nel tratto emiliano del fiume Po. L'Agenzia ha raccomandato tutti gli Enti gestori dei ponti e attraversamenti di volersi attivare per il mantenimento delle sezioni d'alveo in corrispondenza dei manufatti di propria competenza e delle zone limitrofe, eliminando ogni ostacolo rappresentato dal materiale solido galleggiante o trasportato depositatosi nei pressi delle strutture suddette. Al momento risultano chiusi al traffico i ponti della Becca e di localita' Gerola (provincia di Pavia). La Sala operativa chiede di segnalare con tempestivita' eventuali criticita' che dovessero presentarsi sul proprio territorio in conseguenza del verificarsi dei fenomeni previsti, telefonando al numero verde della Sala Operativa di Protezione civile regionale: 800.061.160 o via mail all'indirizzo: cfmr@protezionecivile.regione.lombardia.it .

Condividi questo articolo