"/>
giovedì 19 ottobre 2017 14:51:29
omnimilano

M4, TRE NEGOZI TRASLOCANO IN SPAZI MESSI A DISPOSIZIONE DA COMUNE

12 gennaio 2017 Cronaca, Politica

Nuovo quartiere e nuovo futuro commerciale per tre imprese che hanno scelto di avvalersi dei contributi e degli spazi messi a disposizione dell’Amministrazione a sostegno delle attività disagiate dalla prossimità con i cantieri M4. Come si riferisce in una nota di palazzo Marino, “i sorbetti e le delizie artigianali de ‘I Gelati di Nanninà’ dall’originaria sede di via Solari si trasferiranno nei 130 metri quadri di via Fiamma per continuare a far scoprire e apprezzare le loro creazioni agli abitanti della zona di Piazza Risorgimento e a tutta la città. Riapre i battenti anche il ‘Bistrò del Tempo Ritrovato’ che dagli spazi di via Foppa si trasferirà in corso Garibaldi 17: due vetrine su strada per 75 metri quadri per tutti gli amanti della letteratura, dei libri e di coloro che apprezzano leggere un quotidiano o una rivista sorseggiando un caffè”. Infine il Bar ricevitoria ‘Acquarius Cafe’, all’angolo tra via Foppa e via California, proseguirà la sua attività presso lo spazio di 115 metri quadri in corso di Porta Ticinese 96. “Grazie alla complementarietà delle azioni attuate dall’Amministrazione – afferma l’assessore al Commercio Cristina Tajani – che ha messo a disposizione risorse economiche e spazi a sostegno delle imprese, abbiamo voluto dimostrare la nostra vicinanza alle attività commerciali interessate dai cantieri. Invito chi non lo avesse ancora fatto a presentare richiesta per accedere agli ulteriori contributi da 1milione e 100mila euro a copertura delle spese correnti sostenute dalle imprese messi a disposizione col bando in scadenza il 20 gennaio. Ancora un’opportunità per beneficiare di un aiuto concreto a mantenere attive le imprese presenti nei quartieri interessati dai cantieri”.  Gli spazi assegnati, si spiega nella nota, rientrano tra i venti messi a disposizione tramite il bando dello scorso mese di novembre rivolto esclusivamente ai titolari delle imprese considerate a impatto molto elevato (circa 58 attività) ed elevato presenti lungo tutta la tratta delle futura metropolitana. Le imprese potevano scegliere se delocalizzare in toto la propria sede operativa o optare per l’apertura di una sede aggiuntiva. Le tre aziende che hanno fatto richiesta usufruiranno di una riduzione del 40% sul canone di affitto ordinario per gli immobili ubicati all’esterno della “cerchia dei Bastioni” e del 20% per quelli all’interno. La riduzione dei canoni avrà luogo per il solo periodo della durata dei lavori del cantiere che ha causato i disagi mentre tutti gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria, compresi quelli connessi all’adeguamento dei locali, saranno a carico dei singoli locatari. Se le imprese assegnatarie decideranno di rendere definitivo il trasferimento, i contratti di locazione verranno stipulati con MM, gestore degli spazi. Le tre attività, oltre a beneficiare dell’affitto ridotto, potranno anche accedere al sostegno di ulteriori 30 mila euro ciascuna. Si tratta di fondi messi a disposizione dall’Amministrazione nel mese di luglio con il bando da 400mila euro, in scadenza il prossimo 30 gennaio, rivolto alle imprese interessate dai cantieri M4 per l’apertura e l’adeguamento di nuove sedi commerciali in cui trasferire l’attività.

Condividi questo articolo