"/>
giovedì 17 agosto 2017 07:42:53
omnimilano

M4, COMUNE: NUOVE RISORSE PER 1,3 MLN A SOSTEGNO ATTIVITÀ COMMERCIALI

18 novembre 2016 Politica

Il Comune supporta il commercio di vicinato. Approvato oggi dalla Giunta – spiega palazzo Marino – il provvedimento che stanzia 1,3 milioni euro di contributi a copertura delle spese in parte corrente sostenute delle attività situate tra due cantieri o manufatti della tratta M4 e che subiscono un disagio derivante dalle modifiche viabilistiche e pedonali. Sono state 197 le imprese che hanno potuto beneficiare di un contributo simile grazie al bando aperto lo scorso mese di giugno.
“Abbiamo destinato risorse aggiuntive per ampliare il sostegno alle attività commerciali impattate dai cantieri della M4 allargando gli aiuti anche alle realtà non frontiste e ubicate lungo tutto il percorso della nuova metro. Un modo per consentire a chi non ha partecipato ai bandi precedenti di ricevere un sostegno per agevolare il proseguimento del lavoro e a chi ha già partecipato di poter usufruire di risorse aggiuntive”. Così l’assessore alle Politiche del Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani che prosegue: “Si tratta di un nuovo provvedimento che si aggiunge a quello sugli spazi demaniali messi a disposizione dei commercianti sulla tratta M4 e che testimonia la volontà dell’Amministrazione di mitigare l’impatto di un’opera che sarà di grande utilità per cittadini e imprenditori”
Sono circa 200 le nuove attività che, trovandosi ai piani terra e avendo l’ingresso o una vetrina ubicata a 50 metri dall’asse viario di collegamento tra due cantieri o manufatti M4, potrebbero accedere ai contributi. Ad usufruirne gli esercizi di vicinato, le attività di somministrazione di alimenti e bevande, le imprese artigiane, di servizi e del turismo oltre alle edicole e ai chioschi. Escluse le sale gioco e scommesse, i compro oro e i temporary shop.
Le spese ammissibili al contributo possono essere canoni di locazione ed utenze per immobili risultanti quali sede operativa dell’azienda; canoni e tributi locali; rate di leasing per acquisto beni o servizi; acquisto di materiale d’uso da non destinare alla vendita; spese per prestazioni di servizi; spese per il personale; studi per programmi di marketing e comunicazione e altre spese assimilabili.
Il contributo previsto ha un’entità massima di 3mila euro per le imprese non rientranti negli elenchi delle categorie ad impatto “elevato e molto elevato”. Per le attività definite a “impatto molto elevato” che non si spostano e che non chiedono contributi volti alla ricollocazione, è individuato un contributo di 5mila euro, in aggiunta alla soglia massima di 15mila euro già proposta nel primo bando del giugno scorso. Per le attività definite ad impatto molto elevato e elevato che presentano anche domanda per contributi volti alla ricollocazione è previsto un ulteriore contributo di 3mila euro, in aggiunta alla soglia massima di 5mila euro indicata sempre nel bando di giugno portando così il contributo complessivo massimo a 8mila euro.
Palazzo Marino ricorda, inoltre, che da questo pomeriggio è on line sul portale del Comune il bando per accedere all’assegnazione di 22 spazi commerciali a canone agevolato che l’Amministrazione mette a disposizione per le imprese danneggiate dai cantieri. Realtà che vanno da una superficie minima di 22 a una massima di 116 metri quadrati e ubicati da Corso di Porta Ticinese a via Palmanova, passando per Corso Garibaldi e via Solari sino a via Pepe o via Borsieri in zona Isola solo per citarne alcuni. La riduzione sul canone d’affitto ordinario prevista è del 40% per gli immobili ubicati all’esterno della “cerchia dei Bastioni” e del 20% per quelli all’interno.
Tutte le informazioni, la documentazione e le modalità di accesso al bando a sostegno delle spese correnti sostenute dalle imprese saranno disponibili sul portale Fareimpresa del Comune di Milano nelle prossime settimane.

}

Condividi questo articolo