"/>
mercoledì 23 agosto 2017 15:53:01
omnimilano

M2, DOMANI SFIDA A FREDDO CON “NO PANTS SUBWAY RIDE”: FLASHMOB SENZA PANTALONI

7 gennaio 2017 Cronaca

Settima edizione domani a Milano del flashmob “No Pants Subway Ride”, la corsa in metropolitana senza pantaloni. L’appuntamento per i partecipanti, indicato sulla pagina Facebook dell’evento, è in piazza Leonardo da Vinci alle 14 per poi raggiungere la stazione della linea verde a Piola.
Le regole per partecipare, spiegano gli organizzatori sul social network, sono poche: “La faccia tosta di levarsi i pantaloni in metropolitana”, si legge, e “riuscire a reggere il gioco, ovvero comportarsi come se nulla fosse e non si conoscessero gli altri partecipanti”. E’ “importantissima per la buona riuscita la voglia di mettersi in gioco: non partecipate e soprattutto non confermate la presenza all’evento – si legge – se non siete davvero convinti di volerlo fare… in base al numero delle conferme organizzeremo i dettagli logistici dell’evento”. Si chiede di portare “uno zaino/borsa e un biglietto della metropolitana” e come abbigliamento “normali vestiti invernali (evitare vestiti molto vistosi – vogliamo farci notare per qualcos’altro”. Il piano: “Ci raduneremo al punto convenuto alle 14 in punto, ora di inizio della missione. Cercate di essere in orario, se volete arrivate pure in anticipo in modo che si possano scambiare 4 chiacchiere prima dell’inizio dell’evento”. Il punto di ritrovo è proprio in mezzo alla piazza e “in base al numero reale di partecipanti (per questo è importante essere puntuali), ci divideremo in gruppi, dopodiché raggiungeremo la stazione di Piola. Speriamo di essere davvero in tanti, dunque in questa fase sarebbe enormemente utili essere ordinati e collaborativi. Importantissimo: dall’inizio della missione dovrete evitare di parlare con gli altri ‘agenti’. Saremo dei perfetti sconosciuti. Entreremo nella metro (la carrozza sarà sempre o la seconda o la penultima, in modo che ad ogni scambio di metro ci si incrocerà, in entrata e in uscita, sempre allo stesso punto) e ci comporteremo come faremmo normalmente: leggete un giornale, ascoltate della musica, sedetevi in silenzio. Quando si chiuderanno le porte della metro alla stazione designata (il percorso sarà svelato durante il ritrovo) ci toglieremo i pantaloni e li infileremo nello zaino/borsa. Se qualcuno dovesse chiedere cosa stiamo facendo, risponderemo che ci stavano ‘veramente scomodi’ (o qualcosa di simile). Usciremo dalla metro alla stazione convenuta e aspetteremo sulla piattaforma la metro successiva, ovviamente in mutande. Anche qui sarà importante comportarsi naturalmente e fare finta di nulla. Entrando nella metro successiva ci comporteremo come se niente fosse. Se qualcuno dovesse farci delle domande, risponderemo che abbiamo ‘Dimenticato di mettere i pantaloni’ e che in effetti ‘Fa un po’ freddino’ (o simili). Se dovessero chiedere, non conosciamo le altre persone senza pantaloni e ‘Deve essere una coincidenza!’. Siate gentili e il più naturali possibile. Tutti i percorsi convergeranno ultimamente verso il Duomo, i dettagli riguardo l’arrivo saranno spiegati durante il ritrovo: ascoltate con attenzione e nessuno si perderà per strada”. I dettagli: “Per quanto riguarda l’intimo potete indossare quello che volete… l’unica regola è di evitare indumenti troppo succinti o ‘scandalosi’ che possano infastidire i passeggeri della metro: il nostro obiettivo è di farli ridere, non di metterli a disagio (insomma, niente microtanga e niente proboscidi di elefante, intesi?). Non dovete temere di avere problemi con la polizia: basta comportarsi educatamente e divertirsi e nessuno verrà a farci storie”. Infine un consiglio: “Cercate di resistere alla tentazione di fotografarvi e filmarvi a vicenda con fotocamere e telefonini: dobbiamo cercare di sembrare sempre normali come se non stessimo facendo nulla di strano, è la regola fondamentale dell’evento. Faremo in modo di avere qualche fotografo e possibilmente una o più videocamere/videofonini”.

Condividi questo articolo