"/>
giovedì 24 agosto 2017 01:04:18
omnimilano

Lista ‘Milano in comune’: “Partita cittadina, no a candidati paracadutati”

23 febbraio 2016 comunali, Politica

“Quello che capita a Milano ha sempre importanti riflessi sul piano nazionale. Non vale il contrario: alchimie nazionali o candidati paracadutati non possono costituire una soluzione per Milano”. Così con una nota i promotori della lista muncipale “Milano in Comune”, che intende proporsi alle elezioni comunali fuori dagli attuali schieramenti e dopo la partecipata assemblea della scorsa settimana nella sala Alessi di palazzo Marino. “La nostra – sottolineano i promotori – è una partita cittadina e municipale. Il programma sta nascendo dalla vita reale e dal protagonismo attivo delle cittadine e dei cittadini, zona per zona, quartiere per quartiere. Un progetto autonomo e alternativo alla logica dei sindaci-manager, e una squadra al lavoro per dargli corpo. Infine, il nome di un sindaco o di una sindaca che abbia preso parte a questo processo di costruzione, che lo sappia rappresentare e garantire. Consapevoli che il nome del sindaco costituisce il fatto più mediatico e notiziabile, abbiamo comunque deciso di intraprendere un’altra strada, politicamente inattuale: non partendo dall’uomo al comando per “discendere” al programma, ma cominciando da un meticoloso e partecipato lavoro sui contenuti che mette a frutto molte competenze per arrivare infine a un sindaco garante – proseguono -. Un uomo o una donna che viva in prima persona la città e i suoi problemi e che sappia coglierne le grandi opportunità. Un profilo civico-politico contro la retorica dei tecnici, dotazione certamente indispen sabile in una squadra di governo. Ma tecnici e manager sono senz’altro i meno adatti a guidare una città delle persone, e a governare un processo di trasformazione come quello che stiamo attraversando. Processo che richiede anzitutto capacità di visione e amore per il mondo”.

Condividi questo articolo