"/>
mercoledì 13 dicembre 2017 09:59:40
omnimilano

Lirico, apertura dei cantieri a metà aprile: “C’è molto interesse”

7 marzo 2016 Cultura

“A breve verranno aperti i cantieri e all’apertura del cantiere usciremo con il bando di gestione. L’apertura dei cantieri è prevista per metà aprile e per allora vogliamo essere pronti col bando di gestione che sarà pubblicato contestualmente”. Lo ha detto l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno intervenuto nel corso della commissione cultura per illustrare le linee guida per la gestione del teatro lirico, il teatro di via Larga che, dopo 16 anni di abbandono, sarà oggetto di un restauro conservativo i cui lavori dovrebbero durare 450 giorni. L’assessore ha spiegato i criteri che si intendono seguire per scrivere il bando di gestione: per quanto concerne la durata della concessione “immaginiamo la possibilità che la concessione si sviluppi su archi temporali ampi, noi ci stiamo orientando su una durata di 12 anni, ferma restando la possibilità di proroghe”. Il Comune è poi intenzionato a inserire nel bando la richiesta al concessionario “di mettere il teatro a disposizione del sistema cittadino” in modo che gli altri teatri convenzionati col Comune che però hanno a disposizione spazi ridotti abbiano la possibilità di “far ospitare una loro produzione particolarmente significativa nella sala del Lirico”. L’assessore Del Corno ha anche spiegato che verrà con molta probabilità prevista “la modularità del canone” che dovrebbe essere gratuito per i primi due anni, ridotto del 50% nel corso del terzo e del quarto e entrare a pieno regime intorno al quinto anno. Il bando darà la possibilità a diversi soggetti di consorziarsi per candidarsi alla gestione del teatro, ma porrà anche dei limiti: tra questi, il fatto che i soggetti che si candidano abbiano un’esperienza nella gestione di una sala con non meno di 500 posti e nella produzione con almeno 80 sipari alzati. “Stiamo vedendo molto interesse intorno al progetto e ci sono molti soggetti che stanno cercando di mettersi insieme”, dice Del Corno che aggiunge che “L’attuale conformazione del Lirico prevede un ristorante e un bar caffetteria, elementi importanti per il sostentamento economico del teatro stesso”.

Condividi questo articolo