"/>
martedì 21 agosto 2018 15:43:48
omnimilano

Licei classici, presto nuove aule per soddisfare boom richieste iscrizioni negli istituti milanesi

19 febbraio 2018 Cronaca

Maggiore disponibilità di spazi e certezza degli stessi in modo da poter considerare le prossime iscrizioni che a marzo i licei dovranno vagliare. Lo chiedono i presidi dei licei classici Beccaria, Berchet, Carducci, Manzoni, Parini, Setti Carraro e Tito Livio, istituti milanesi oggi riuniti all’Ufficio scolastico regionale per affrontare il problema della mancanza di aule a fronte della crescente richiesta di iscrizioni. All’incontro era presente l’ente Città metropolitana che ha prospettato ai dirigenti alcune possibili soluzioni: entro questa settimana, infatti, l’ente provvederà, tramite i propri tecnici, a una verifica all’interno del Beccaria e del Manzoni per verificare la possibilità di creare nuove aule rimodellando gli spazi disponibili mentre nel medio periodo la Città metropolitana di Milano si è impegnata a dare 10 aule per sopperire all’aumento di iscrizioni in ambito territoriale. Il provveditorato di Milano sottolinea come l’incontro di oggi sia stato utile anche “a dar vita ad un tavolo inter-istituzionale in cui coinvolgere gli altri attori competenti, per condividere gli aspetti più rilevanti nella gestione degli istituti e in questo caso dei classici. La popolazione studentesca di Milano in generale dal 2012 è cresciuta del 10% e quello che appare come dato positivo, ovvero l’interesse delle famiglie per un’istruzione classica, va osservato nelle dinamiche dei flussi e anche nella prospettiva dei prossimi anni scolastici. La Rete dei licei è stata formata 3 anni fa e questa volta ha voluto coinvolgere anche AT Milano, che ha risposto prontamente. Analizzata attentamente la situazione di ciascun Liceo classico, emerge che il numero totale degli alunni che a oggi non ha ottenuto la sede richiesta è 150. Servono quindi aule e soluzioni per gli spazi e per la loro gestione”.

Condividi questo articolo