"/>
venerdì 24 novembre 2017 13:55:15
omnimilano

LEVA CIVICA REGIONALE, ROSSI:STANZIATI FONDI PER ALTRI 43 PROGETTI

18 novembre 2016 Politica

“Grazie al bilancio regionale siamo riusciti a reperire i fondi per finanziare altri 43 progetti salendo a un totale di 104 e coinvolgendo quasi 500 ragazzi. I numeri della Leva civica dimostrano l'interesse del territorio e la necessita' di offrire ai giovani uno strumento per poter acquisire ed ampliare conoscenze e competenze professionali spendibili nel mercato del lavoro, oltre ad incrementare la loro partecipazione alla vita sociale e istituzionale all'interno delle comunita' locali”. Antonio Rossi, assessore regionale allo Sport e alle Politiche per i Giovani, commenta l'integrazione del novero dei beneficiari del Bando 'Leva civica volontaria regionale 2016/2017'. “Con questo provvedimento abbiamo stanziato altri 400.000 euro oltre al milione gia' assegnato in ottobre ai primi 63 soggetti finanziati. La finalita' del percorso da noi proposto – ha spiegato l'assessore – era quella della realizzazione, all'interno degli enti locali lombardi, della Leva civica regionale, un percorso di cittadinanza attiva per giovani di eta' compresa tra i 18 e i 28 anni, anche cittadini Ue o extracomunitari, ma residenti in Lombardia da almeno due anni. I soggetti promotori dei percorsi di Leva civica sono i Comuni lombardi, in forma singola o associata, iscritti all'albo regionale degli enti di servizio civile. Nuove realta' interessate sono stati i soggetti pubblici e privati del mondo sportivo (Coni, Cip, Federazioni e Comitati regionali, Asd e Ssd, Enti di promozione sportiva e discipline associate iscritti all'albo regionale per il servizio civile). I singoli progetti avranno una durata di 9 mesi e i giovani che parteciperanno avranno un contributo mensile di 433 euro, per complessivi 3.000, e, in caso di 9 o piu' volontari, il 10 per cento sara' riservato a persone con disabilita'. I progetti di Leva civica – ha continuato – riguardano i servizi alla persona e alla comunita', l'attivita' di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale, la promozione e organizzazione di attivita' educative, culturali, sportive, di economia solidale e di protezione civile, comprese le attivita' amministrative, progettuali, gestionali e di contabilita'”. “Come Regione – ha detto l'assessore – vogliamo continuare ad adottare politiche che favoriscano la partecipazione dei giovani a esperienze che consentano loro di apprendere, sperimentare e acquisire nuove competenze vista anche la crisi occupazionale che continua a colpire in maniera incisiva i giovani con conseguenti maggiori difficolta' di accesso ai circuiti educativi, formativi e lavorativi. Per questo – conclude l'assessore Rossi – abbiamo deciso di rivolgere particolare attenzione al coinvolgimento attivo dei giovani, intervenendo attraverso strumenti innovativi ed iniziative mirate apprezzate, come dimostrano gli esiti del bando, dal territorio”.

var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

Condividi questo articolo