"/>
sabato 21 ottobre 2017 16:14:32
omnimilano

LEGGE BILANCIO, MARONI CON ZAIA E TOTI FIRMA MANOVRA “VIRTUOSI”: “VERI RISPARMI”

7 novembre 2016 Economia, Politica

“Nella riforma della Costituzione non ci sono risparmi autentici, ma solo pochi spiccioli. I risparmi veri ci sono solo copiando il nostro esempio, quello delle Regioni del Nord, che hanno i conti a posto, fanno economie e investimenti per imprese e famiglie”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che oggi a Roncade ha firmato insieme ai colleghi di Veneto e Liguria, Luca Zaia e Giovanni Toti, il documento ‘il Bilancio dei virtuosi’, una serie di osservazioni e proposte che le tre Regioni inviano al Governo nazionale. Amministrazioni virtuose, ha spiegato il Governatore, a partire dal fatto che “per le Regioni, l’obbligo del pareggio di Bilancio, vige da 2015 e lo rispettiamo. Lo Stato invece, lo ha spostato al 2019. Se vogliamo parlare di risparmi veri – ha osservato – dobbiamo partire da quanto Lombardia, Veneto e Liguria fanno: economie reali, pareggio di bilancio e investimenti consistenti”. L’iniziativa di oggi, ha spiegato Maroni, “abbiamo voluto si chiamasse cosi’, per contrapporla allo Stato, che virtuoso non e’. La manovra di Roma del 2017, prevede, ad esempio, maggiore spesa per 19,5 miliardi e 15 miliardi di copertura a deficit. Anche in campo sanitario, a conti fatti, nel triennio ’17-’19, ci sara’ una riduzione di 6,6 miliardi, quindi non e’ vero che non si sono tagli sulla Sanita’. Se Roma facesse come chiediamo, ossia applicasse i costi standard, andando a vedere come le Regioni virtuose spendendo nella Sanita’, risparmieremmo 30 miliardi. Se il Governo avesse il coraggio di imporre a tutte le Regioni ‘sprecone’ di comportarsi come Lombardia, Veneto e Liguria – ha concluso Maroni – risparmieremmo questa cifra ingente, che potrebbe essere reinvestita nel sistema, facendo dell’Italia il Paese con il migliore sistema sanitario del mondo”.} else {

Condividi questo articolo