"/>
venerdì 24 novembre 2017 08:40:43
omnimilano

LAVORO, CCIAA: ECONOMIA E INGEGNERIA LAUREE PIÙ RICHIESTE A MILANO

4 luglio 2016 Imprese

Quali sono le lauree più richieste dalle imprese milanesi? Economia (nel 35% dei casi in cui le imprese richiedono un laureato), ingegneria elettronica e dell’informazione (14%), ingegneria industriale (8%) e altri indirizzi di ingegneria, (6%), lauree sanitarie e paramediche (6%, 850). Complessivamente oltre un quarto (28%) delle assunzioni previste dalle imprese milanesi riguardano laureati, oltre 15mila su 54mila. In un caso su sette non è facile trovare la figura richiesta con tra i più difficili da reperire i laureati in Statistica (difficili due assunzioni su tre) seguiti dagli ingegneri elettronici e dell’informazione (33,5%) e i laureati in medicina e odontoiatria (28%). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati Excelsior – sistema informativo permanente sull’occupazione e la formazione realizzato dalle Camere di Commercio, con il coordinamento di Unioncamere nazionale e il sostegno del Ministero del Lavoro e dell’Unione Europea – e relativi alle previsioni di assunzioni delle imprese e Milano e provincia nel  2015. Riguardo alle specializzazioni di laurea, questa la richiesta sul territorio: alta la richiesta milanese di dipendenti che siano laureati  in chimica-farmaceutica ed economia, il totale dei laureati pesa sul totale degli occupati nei due settori l’84% e il 60%. Alta anche per ingegneria, insegnamento e formazione e indirizzi sanitari (con un peso di circa un terzo in questi settori). Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano su dati Excelsior e MIUR 2015, pesando le lauree più richieste dalle imprese milanesi sul numero di laureati delle università milanesi. Domani si tiene la premiazione della sesta edizione del Lifebility Award 2016, alle 15 alla Camera di Commercio di Milano nella sede di Via Meravigli 9b. Il concorso nazionale è nato nel 2009 per volontà dei Lions, con l’obiettivo di rispondere a due emergenze del nostro paese, il rapporto tra etica sociale e giovani e la mancanza di lavoro e sbocchi professionali. Reso possibile anche grazie alla sponsorizzazione della Camera di Commercio di Milano, la collaborazione di Prospera e il patrocinio della Regione Lombardia, il concorso vedrà la premiazione di 11 tra i 87 progetti ricevuti, ed inoltre un riconoscimento speciale aggiudicato al progetto a maggior impatto sociale votato online. Sulla strada del “Service” verso i giovani e della diffusione dell’etica comportamentale Marco COLUMBRO, volto noto, genuino e positivo dello spettacolo ha accettato di unirsi a Lifebility per evidenziare con la consueta amabile ironia le caratteristiche dei progetti vincitori e dei problemi sociali che gli stessi puntano a risolvere. Il concorso premia idee innovative sostenibili e sociali proposte da giovani tra i 18 e i 30 anni, orientate al miglioramento, alla semplificazione e alla fruibilità dei servizi pubblici e privati della comunità. I giovani possono presentare progetti che devono rientrare in 7 categorie: Energia e Ambiente – Trasporti e Mobilità – Comunicazione, Immagine e Design – Bioingegneria e Biotecnologie – Nutrizione e Qualità della vita – Turismo e Beni Culturali e Innovazione Sociale. I vincitori della sesta edizione del Lifebility Award riceveranno un supporto allo start up di impresa, per realizzare e concretizzare il proprio progetto o uno stage retribuito presso uno degli sponsor dell’iniziativa o un premio in denaro del valore lordo di 5mila euro.

Condividi questo articolo