"/>
mercoledì 13 dicembre 2017 10:24:55
omnimilano

LARAS, CERIMONIA FUNEBRE A SINAGOGA VIA GUASTALLA: SARÀ SEPOLTO IN ISRAELE

16 novembre 2017 Cronaca
 Oltre un centinaio di persone, in particolare della comunità ebraica, sono in raccoglimento davanti al feretro di Rav Giuseppe Laras, nel cortile della Sinagoga di via Guastalla, per ricordarlo e salutarlo prima della sua partenza per Israele, dove sarà sepolto domani. Dopo la preghiera funebre, recitata da Rav Ricchetti, a ricordare l’ex rabbino capo della Comunità ebraica milanese, che guidò per 25 anni, sono stati, commossi, il figlio Raffaele Laras e la nipote Manuela, che ha fatto leggere una lettera a lui dedicata: “Tutti conoscono mio nonno come rabbino, come studioso. Vorrei raccontarvi di un Rav Laras che in pochi hanno conosciuto: padre, marito, incredibile nonno Beppe. È stata una guida silenziosa, che mi ha condotto senza giudizio nel mio cammino personale; un nonno Beppe alto e austero con i cappelli bianchi o neri, a seconda delle occasioni. L’ho seguito nelle sue lezioni come un fan segue il cantante preferito in tournée”. Alla cerimonia sono presenti diversi rabbini italiani, insieme Rav Arbib: “Rav Laras era un personaggio complesso e una personalità complessa impossibile da riassumere in un discorso funebre – ha detto il rabbino capo di Milano -. Una persona che andava a fondo, non si fermava alle apparenze, era uno studioso, non viveva di slogan e luoghi comuni. Di questo insegnamento abbiamo bisogno, viviamo in una società in cui la superficialità e apparenza sono elemento caratterizzante. Ricordare una persona che è andato oltre e ne ha fatto ragione di vita ci insegna molto ed è uno dei lasciti fondamentali a questa comunità, all’ebraismo e al mondo intero”.

Condividi questo articolo