"/>
lunedì 21 agosto 2017 08:37:47
omnimilano

Riforme, proposta di Maroni: dalle dodici province agli otto cantoni

13 gennaio 2016 Omniparlamento, Politica

Otto ‘cantoni’ al posto delle dodici province e l’eliminazione dei livelli di governo intermedio di troppo. La riforma costituzionale, in Lombardia, potrebbe tradursi cosi’. Il governatore Roberto Maroni, al termine della riunione di giunta ha infatti annunciato di aver istituito un comitato con il compito di stabilire i criteri attuativi della riforma, per la Lombardia, da presentare a Governo e Parlamento. “Contestiamo nel merito la riforma voluta dal Governo – ha precisato – ma se passa cogliamo l’occasione per riorganizzare i livelli, eliminando tutti quelli intermedi a partire dalle Comunita’ Montane”. La sostituzione delle Province in zone d’area vasta delineata dalla Lombardia, ha poi anticipato, potrebbe prendere spunto dalle 8 Ats gia’ individuate con la riforma della Sanita’ e che, ha scherzato Maroni “potremmo chiamare gli otto cantoni della Regione Lombardia, per assonanza con chi ci sta vicino”. La prima riunione del Comitato, formato da rappresentanti di Comuni, Province, Camere di Commercio e stakeholder, e’ gia’ fissata per il 20 gennaio. Tra i compiti, anche quello di valutare quali competenze ora in capo alla Province potrebbero tornare alla Regione. “Entro giugno di quest’anno – ha detto il governatore – presenteremo la proposta della Regione per la riforma Costituzionale”. Il nuovo assetto richiederebbe inoltre modifiche alla legge elettorale regionale, attualmente basata sulla divisione del territorio in Province.

Condividi questo articolo