"/>
domenica 22 ottobre 2017 09:57:06
omnimilano

La polizia locale festeggia in piazza Duomo il 157esimo anniversario. Sala: “Stare nella città, più agenti in strada”

4 ottobre 2017 Cronaca, Politica

“Il progetto dei vigili di quartiere ha dato riscontri molto positivi grazie sia all’efficacia dell’iniziativa sia alla professionalità degli agenti. Proseguiremo insieme nell’estensione del progetto a tutti i quartieri della città individuando gli organici necessari. Quel progetto ha valore di metodo: rappresenta non solo uno dei servizi della Polizia Locale ma l’idea stessa che abbiamo del ruolo dei nostri “ghisa” a Milano. Un ruolo che è storico e che è sempre appartenuto al corpo: quello di stare nella città, nei quartieri, in mezzo alla gente”. Così il sindaco Giuseppe Sala in un passaggio del suo discorso alla cerimonia per il 157esimo anniversario della fondazione del corpo della polizia locale. Per Sala “più vigili in strada non può essere solo uno slogan. Vuol dire che fin da quando ci si prepara al concorso per diventare Agenti di polizia locale si deve sapere che si lavorerà sul territorio”. Su questo “ho chiesto un impegno forte al nuovo comandante” Marco Ciacci. Quello del sindaco “voleva essere un invito ai nuovi agenti”, ha spiegato Sala a margine:”chi pensa di fare l’agente e magari sogna di stare in ufficio ha sbagliato mestiere. L’invito è anche a chi c’è già, bisogna rimettere il più possibile il personale in strada”, ha concluso.  Per Sala, inoltre, la polizia locale rappresenta “un grande patrimonio di professionalità. Una Polizia Locale che garantisce e assicura al modello Milano una componente essenziale: la sicurezza, il presidio del territorio, la presenza delle Istituzioni nelle emergenze personali e sociali”.
“Sappiamo però da milanesi – ha aggiunto – che si può e si deve sempre migliorare. Chiedo a tutte e a tutti, anche in occasione della prima festa con il nuovo comandante, un impegno ancora più forte. Serve ancora più presenza sul territorio, serve ancora maggiore aggiornamento di tutti gli agenti in particolare sulle competenze informatiche, sull’inglese, sulla mediazione sociale e culturale nei diversi quartieri. Serve conoscere sempre di più e meglio la città e le sue esigenze sempre nuove”. Per il sindaco anche il comune deve fare la sua parte “portando più strumenti, informatica, e garantendo agli agenti la frequenza ai corsi” di formazione e aggiornamento.

IL NEO COMANDANTE CIACCI: IN UN ANNO 300MILA INTERVENTI – Sono state oltre 300mila le richieste di intervento prese in carico dalla polizia locale nei 12 mesi da settembre 2016 a oggi e oltre 5mila gli eventi gestiti. Lo ha spiegato il nuovo comandante della Polizia Locale Marco Ciacci durante il suo discorso in occasione della cerimonia per il 157esimo anniversario della nascita del corpo della polizia locale. “La Polizia Locale di oggi – ha detto il comandante dei ghisa – è il risultato della necessità di adattarsi ai tempi, rispondendo alle esigenze di una sicurezza moderna ed integrata. È il frutto del coraggio di andare oltre le competenze tradizionali, che sono e rimangono il nostro perno. Accanto alle funzioni di controllo di viabilità e di polizia stradale e amministrativa, l’impegno del corpo della Polizia Locale – che risponde ogni anno a oltre 300mila richieste d’intervento smistate dalla centrale operativa di via Beccaria – vi sono compiti che vengono svolti da settori specialistici che hanno portato risultati straordinari”. La città conta adesso 240 vigili in bicicletta: è un presidio su cui contiamo molto”, ha spiegato Ciacci ringraziando i cittadini “che contribuiscono a orientare il nostro lavoro nel senso dell’efficienza. La loro voce è una cartina di tornasole del nostro impegno”. Il comandante ha ricordato l’importante impegno della Polizia Locale per far fronte alle 5.059 manifestazioni che si sono svolte in città nell’ultimo anno e lo sforzo per garantire la sicurezza in occasione della visita del Santo Padre, dove per tre giorni circa 1700, tra agenti e ufficiali, hanno contribuito in sinergia con le altre Forze di Polizia al regolare svolgimento dell’evento.

Condividi questo articolo