"/>
martedì 22 agosto 2017 20:41:39
omnimilano

INPS, INAUGURATA NUOVA AGENZIA A SESTO: ‘POLO’ PER CITTÀ METROPOLITANA

18 luglio 2016 Cronaca

Inaugurata dal Presidente dell’INPS, Tito Boeri, la nuova agenzia complessa di Milano Sesto San Giovanni, in via Fortezza 11, Milano, struttura di riferimento, all’interno dell’area metropolitana milanese, per i quartieri a nord est del Comune di Milano e dell’hinterland. Nella stessa giornata – spiga una nota dell'Istituto -, presso l’Unione Artigiani della provincia di Milano, l'INPS ha presentato il piano di riassetto e razionalizzazione della propria presenza sul territorio metropolitano, varato nel corso del 2015 e ora realizzato compiutamente con la nuova agenzia, allocata in un territorio importante, valorizzato ed arricchito anche da un’elevata concentrazione di imprese artigiane. Nel corso dell’evento sono stati esposti i principali indicatori dei servizi resi dall'Istituto nell'area metropolitana nel 2015. All'apertura dei lavori da parte del Presidente dell'Unione, Stefano Fugazza, sono seguiti gli interventi di Antonio Di Marco Pizzongolo, direttore dell’area metropolitana di Milano e di Antonio Pone, direttore regionale della Lombardia. Dopo i relatori INPS, sono intervenuti il Segretario Generale dell’Unione Artigiani, Marco Accornero, l’Assessore del Comune di Milano, Cristina Tajani e l’Assessore del Comune di Sesto San Giovanni Virginia Montrasio, fino alle conclusioni di Tito Boeri. “Abbiamo progettato nel 2015 e realizzato nella prima metà del 2016 un'articolazione dell'INPS sul territorio milanese in linea con gli sviluppi della Città Metropolitana, equilibrato nella distribuzione degli uffici su bacini d'utenza profondamente rinnovati e resi coerenti con l'attuale distribuzione della popolazione e delle imprese, aumentando i servizi resi e, al contempo, risparmiando, come ben si apprezza di questi tempi, un milione di euro l'anno di locazioni e oneri passivi” ha commentato Antonio Di Marco. “Il front office dell'agenzia è innovativo e sperimentale, un prototipo che verrà esteso a tutto il territorio nazionale – ha spiegato Antonio Pone. Vogliamo mettere l'utente al centro intercettando anche bisogni inespressi”. “Riteniamo l’apertura della nuova sede Milano-Sesto di via Fortezza un fatto positivo perché porta con sé l’ampliamento dei servizi e una loro razionalizzazione nell’ottica della Città metropolitana – ha dichiarato l’assessore Virginia Montrasio. La nuova sede di villa San Giovanni viene infatti incontro al concetto di decentramento dei servizi che ci vede assolutamente favorevoli. I cittadini di Sesto San Giovanni, oltre ad un servizio più completo in via Fortezza, potranno trovare inoltre anche un Punto cliente di prossimità nel palazzo del Comune sul quale abbiamo deciso di investire: in vista dell’imminente sviluppo e trasformazione della città, infatti, l’Amministrazione comunale ha fortemente voluto mantenere un presidio cittadino che si aggiunge e affianca la nuova sede Inps Milano-Sesto.” “Il nuovo insediamento Inps di via Fortezza 11, a pochi metri dalla sede direzionale dell’Unione Artigiani di via Doberdò 16 – ha spiegato Marco Accornero -, costituisce un “polo” capace di offrire prestazioni a imprese e cittadini che, collocato a cavallo tra Milano e Sesto S. Giovanni, appare proiettato già verso la Città Metropolitana, in un’ottica di servizio ad alto valore aggiunto.” “La nuova agenzia complessa di Sesto San Giovanni offrirà servizi integrati per tipologia di utente anziché di prestazione. Questa – ha spiegato Boeri – è la filosofia della riorganizzazione in corso nell’Istituto. Intendiamo rafforzare la nostra presenza sul territorio, offrendo un servizio di assistenza personalizzato a lavoratori, imprese e pensionati su tutte le loro diverse esigenze.”
I dati relativi a Milano, nel confronto con il 2014, evidenziano un deciso aumento del numero delle aziende attive (109.849 nel 2015, a fronte dei 95.310 nel 2014), con un significativo aumento degli incassi, nonostante le recenti norme di decontribuzione delle nuove assunzioni contenute nel jobs act (17.920.610.000 di euro nel 2015, contro i 17.041.338.000 del 2014). Sostanzialmente stabili, rispetto all’anno precedente, gli iscritti alle gestioni autonome, con un leggero aumento degli incassi delle gestioni degli artigiani (di circa il 3%) e dei commercianti (di circa il 4%). Il numero di buoni lavoro venduti, di poco inferiori ai 6 milioni, aumenta di oltre l’83% sul 2014 e triplica i volumi di vendita rispetto al 2013 (1,9 milioni). In deciso calo ogni forma di cassa integrazione (ordinaria, straordinaria e in deroga): si passa da poco meno di 72 milioni di ore autorizzate alle aziende milanesi nel 2014 (valore tra i più elevati in assoluto) a circa 37 milioni di ore autorizzate nel 2015.

Condividi questo articolo