"/>
venerdì 20 ottobre 2017 10:48:46
omnimilano

INCENDI BOSCHIVI, CONFERMATA MODERATA CRITICITÀ PER DOMANI

20 aprile 2017 Senza categoria

“La Sala operativa della Protezione civile regionale, la cui attivita’ e’ coordinata dall’assessorealla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha confermato anche per la giornata di domani, venerdi’ 21 aprile, la moderata criticita’ (codice arancione), per rischio incendi boschivi sulle zone: F1(Valchiavenna, Sondrio), F2 (Alpi centrali, Sondrio), F3 (Alta Valtellina), F4 (Verbano, Varese) F5 (Lario, Unione delle Comunita’ Montane: Alto Lario Occidentale, Alpi Lepontine, LarioIntelvese, Triangolo Lariano, Lario Orientale, Valle di San Martino, Valsassina, Valvarrone, Val d’EsinoRiviera), F6 (Brembo, Bergamo), F7 (Alto Serio – Scalve,Bergamo), F9 (Valcamonica, Brescia)e F15 (Oltrepo’ pavese)”.
E’ quanto si legge in una nota della regione.
“Per la giornata di domani, 21 aprile, e’ previsto cielo sereno o poco nuvoloso con ventilazione da debole a moderata, prevalentemente a regime di brezza. Zero termico inizialmente al di sotto dei 1500 metri, dal mattino in rapida salita fino a 2300-2500 metri. Pericolo “ALTO” per la persistenza di condizioni diffusamentemolto secche, in particolare per il combustibile fine e medio. Si confermano pertanto condizioni favorevoli allo sviluppo ealla propagazione di incendi boschivi sui tutti i settori, in particolare su quelli Alpini e Prealpini occidentali.
In conseguenza delle condizioni meteo previste stabili ancora per i prossimi giorni, con assenza di precipitazioni significative, degli incendi recenti su F1, F2,F5, F6 e ancora in atto nelle zone F1 e F6, il proseguimento della ventilazione settentrionale con forti raffiche previste ancora per il pomeriggio-sera di oggi 20/04 (che potrebbero causare difficolta’ alle operazioni di volo dei mezzi aerei dell’antincendio boschivo), si consiglia di mantenere le azioni di sorveglianza e pattugliamento del territorio, che dovranno riguardare prevalentemente i Comuni ricadenti nelle classi di rischio 3, 4 e 5 del Piano regionale delle attivita’ di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi e i Comuni colpiti dagli incendi recenti.
Si ricorda che il “Periodo ad alto rischio di incendio boschivo” e’ ancora’Attivo’ su tutto il territorio regionale. Vige pertanto il divieto assoluto di accendere fuochi nei boschi o a distanza da questi inferiore a 100 metri, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, motori, fornelli o inceneritori che producano braci o faville, gettare mozziconi accesi al suolo e compiere ogni operazione che possa creare pericolo di incendio”.

Condividi questo articolo