"/>
venerdì 24 novembre 2017 14:00:12
omnimilano

IMPRESE, API: MISSIONE PMI LOMBARDE TEHERAN

14 ottobre 2016 Economia

“Forti dell’apprezzamento che il mondo manifesta nei confronti del made in Italy, sempre più imprenditori varcano i confini nazionali per ritagliarsi nicchie di mercato e trovare nuovi partner commerciali. Non sono da meno le piccole e medie imprese che avendo dalla loro flessibilità e un know how di tutto rispetto, hanno da tempo imboccato la strada dell’internazionalizzazione. Per cogliere le opportunità che il “nuovo” Iran può offrire alle industrie italiane, un gruppo di pmi associate ad A.P.I. (associazione piccole e medie industrie) faranno rotta nei prossimi giorni verso Teheran. Nei mesi scorsi oltre il 5% delle associate si è dimostrata interessata a capire se ci siano delle opportunità commerciali in Iran per il proprio settore”, spiega la nota dell'associazione di categoria. La missione imprenditoriale vedrà la partecipazione di una rappresentanza di aziende milanesi e brianzole, dal settore chimico al meccanico, dall’apparecchiature per illuminazione alla lavorazione di metalli e leghe.
Ad attendere la delegazione un’agenda ricca di appuntamenti: incontri con partner locali, visite in aziende e alla fiera “Iran HVAC&R” (Heating, Cooling, Ventilating, Air Conditioning & Refrigerating)” giunta alla quindicesima edizione. Gli appuntamenti a Teheran saranno organizzati da ICE con cui le pmi avranno un momento di confronto.
«Oltre alle possibilità offerte da questo antichissimo paese che si è posto l’obiettivo di una accelerazione verso la modernizzazione, la crescita della domanda interna e l’attrazione di nuovi capitali dall’estero – ha spiegato il presidente di A.P.I. Paolo Galassi – il territorio è anche un hub importante, per esempio, per l’India e la Cina. I contesti sono quindi favorevoli allo sviluppo imprenditoriale e le pmi non possono perdere questa occasione anche solo per conoscere nuovi canali commerciali. Oltre il 70% delle imprese associate esporta e comprendere quali sono i paesi su cui puntare è fondamentale».
La missione rappresenta la fase definitiva del “Progetto Iran 2016”, un programma di accompagnamento all’internazionalizzazione che l’associazione ha proposto e realizzato nel corso dell’anno e che ha visto la realizzazione di seminari e l’avvio di un nuovo servizio di consulenza specialistica dedicato a supportare le imprese in ciò che concerne l’applicazione di misure restrittive e sanzioni a nazioni terze come appunto l’Iran. La missione terminerà il 19 ottobre. Seguirà poi la fase del follow-up degli incontri per la valutazione dei i risultati. «Le pmi – conclude Galassi – hanno dimostrato grande attenzione all’export manager – oltre il 10% delle associate ha chiesto informazioni su questa figura – a dimostrazione di come l’internazionalizzazione, a fronte di un mercato interno stagnante, sia una strada obbligata per molte aziende che stanno crescendo attraverso lo scambio di esperienze e lo sviluppo di competenze. A questo sforzo però tutti devono contribuire».

Condividi questo articolo