"/>
domenica 18 febbraio 2018 07:58:20
omnimilano

Il Fondo Diamo Lavoro della Diocesi si estende ai ‘neet’: contributi per giovani tra i 18 e i 24 anni 

19 dicembre 2017 Senza categoria

Il fondo Diamo Lavoro, terza fase del Fondo Famiglia Lavoro, voluto dalla Diocesi di Milano e gestito da Caritas Ambrosiana, che si occupa di reinserire i disoccupati nel mondo del lavoro, estende i suoi aiuti anche ai cosiddetti Neet, ovvero i giovani che non studiano ma non cercano lavoro. È stato annunciato oggi dal direttore della Caritas Luciano Gualzetti. La decisione del consiglio di gestione che ha introdotto i nuovi criteri di selezione è stata presa a fine novembre, per cui adesso anche i giovani tra i 18 e i 24 anni che vivono a casa dei genitori potranno richiedere direttamente l’aiuto del Fondo, mentre prima erano i genitori a dover fare domanda. La decisione di proporre un accesso alle misure non mediato è stata presa proprio su richiesta dei volontari che lavorano agli sportelli a cui ci si rivolge per chiedere il sostegno. Il Fondo Diamo Lavoro è nato come evoluzione del Fondo Famiglia Lavoro per concentrare tutte le risorse per la ricollocazione nel mercato del lavoro dei disoccupati promuovendo tirocini e garantendo borse lavoro del valore di 400 euro finanziate dal fondo. Partito nell’ottobre 2016 per volontà dell’ex arcivescovo di Milano Angelo Scola, il Fondo Diamo Lavoro ha raccolto fino ad ora oltre 2,4 milioni di euro, di cui quasi 700mila provenienti da privati cittadini e 74mila dalle parrocchie. Dopo la fase della raccolta delle offerte, nell’estate di quest’anno è iniziata l’attività erogativa che ha permesso di finanziare 21 tirocini a beneficio di altrettante persone: 15 italiani, 12 donne, 7 under 35 impiegati in mansioni di segreteria, magazziniere, cuoco, grafico, addetto alla pulizia e odontotecnico. “I dati dei più autorevoli centri di ricerca da tempo segnalano un’emergenza povertà tra i giovani. Vogliamo dare una risposta più diretta è più efficace a loro. La crisi sarà alle nostre spalle davvero solo se ridurremo la disoccupazione giovanile”, ha spiegato Gualzetti citando i dati dell’istituto Toniolo secondo cui la Lombardia è la terza regione di Italia per presenza di giovani Neet e il loro incremento rispetto agli anni precedenti alla crisi è superiore alla media nazionale (+6,1%% rispetto al +5,5% de periodo tra il 2007 e il 2016). Spot ufficiale del Fondo famiglia Lavoro sarà uno dei tre video vincitori del contest realizzato dalla piattaforma online Zooppa.

Condividi questo articolo