"/>
martedì 19 giugno 2018 06:19:23
omnimilano

GRUPPO CAP, EDUCAZIONE E SPORT: PRESENTATO PROGETTO ‘VALORI IN CAMPO’

16 ottobre 2017 Ambiente, Sport
Sette società sportive protagoniste del territorio milanese: Olimpia Milano, Giana Erminio, NC Milano, Rugby Parabiago, Rugby Cernusco, Rugby Saints Abbiategrasso, GSO Villa Cortese Volley. Quasi 10.000 ragazzi, di cui 1.200 tesserati e 8.500 coinvolti nel progetto scuola per diffondere una cultura sportiva responsabile, una Carta dei Valori, 37 Borse per lo Sport e un programma di attività educational sul tema dell’acqua. E ancora 15 eventi sportivi, tornei, camp e feste. Questo il lungo elenco di iniziative che compongono il programma di Valori in Campo, progetto, presentato oggi, al suo secondo anno di vita, promosso da Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città Metropolitana di Milano per vincere la sfida della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale puntando sui giovani e sullo sport.
“Passione, coraggio, divertimento, impegno, partecipazione, eccellenza: sono solo alcuni dei valori racchiusi nella Carta dei Valori – spiega l’azienda – che ispirano le attività di Gruppo CAP e il comportamento delle squadre delle sette società sportive coinvolte. E per ognuno di questi valori gli atleti delle prime squadre, durante l’evento di presentazione, hanno voluto raccontare ai ragazzi del settore giovanile le loro esperienze virtuose, che solo lo sport riesce a trasmettere nella vita di tutti i giorni”.
“Dopo la risposta entusiasmante dello scorso anno, commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP, vogliamo rinnovare il nostro impegno nel diventare partner privilegiati di uno sport sostenibile sul territorio, aiutando atleti, allenatori, dirigenti e genitori a conoscere i valori di cui lo sport si fa portavoce e interprete come il divertimento, la passione, la fiducia, l’impegno e il coraggio, che sono anche i nostri valori aziendali. E poi c’è l’attenzione per l’ambiente, che è nel nostro dna e che vogliamo diventi un vero e proprio stile di vita tra i giovani basato sull’uso consapevole dell’acqua del rubinetto, dentro e fuori dal campo, e sulla valorizzazione di questa preziosa risorsa, attraverso i pozzi di prima falda, realizzati per irrigare i campi senza sprecare acqua potabile. Il futuro è nelle mani di chi sa fare squadra”.
“Valori in Campo è un progetto bellissimo che il CONI sosterrà lavorando a fianco delle società sportive e delle persone che vogliono esserne parte, afferma Oreste Perri, Presidente Coni Lombardia. Lo sport ha un valore educativo importantissimo, riesce a tirar fuori il meglio da questi giovani ragazzi, aiuta a credere in se stessi. Gruppo CAP ci aiuta a mettere in campo questi valori. Partendo dal più importante: fare squadra sia dentro che fuori dal campo”.
“Valori in campo” prevede diverse attività di sponsorizzazione che abbracciano il mondo del basket, del calcio, del rugby, della pallavolo e della pallanuoto, dalle prime squadre alle giovanili. Sempre più numerosi i ragazzi del territorio milanese coinvolti che salgono a quota 10.000, di cui 1.200 i tesserati con le società sportive che fanno parte del progetto.
Oltre alla condivisione di una Carta dei Valori, sono in programma una serie di azioni di responsabilità sociale, tra cui progetti scolastici che mirano a diffondere la cultura sportiva nelle scuole del territorio, camp estivi e iniziative a favore di ragazzi diversamente abili. Verranno assegnate inoltre 37 Borse per lo Sport, grazie alle quali verranno sostenuti i costi di accesso alle attività sportive. Tra le novità di quest’anno le attività educational sul tema dell’acqua, che si articoleranno attraverso percorsi volti a sensibilizzare maggiormente i ragazzi sul tema dell’acqua come elemento da valorizzare e consumare consapevolmente.
L’iniziativa è stata presentata in veste ufficiale oggi lunedì 16 ottobre a Palazzo CONI a Milano, alla presenza dei suoi protagonisti: atleti delle prime squadre e delle squadre giovanili, comuni, sindaci, società sportive. Dopo i saluti del padrone di Casa Oreste Perri, presidente lombardo del CONI e di Alessandro Russo che ha spiegato il progetto e le finalità di responsabilità sociale, è intervenuta Claudia Giordani, delegato provinciale CONI Milano e ex campionessa olimpica di sci alpino, chiamata a descrivere lo scenario e le potenzialità dello sport giovanile milanese. Ad alternarsi sul palco come testimonial dei valori riportati sulla Carta alcuni dei nomi più rappresentativi delle prime squadre tra cui: Lorenzo Degeri (Giana Erminio), Benito Franceschini, (Rugby Parabiago), Elide Tavella (GSO Villa Cortese Volley), Gaia Apilongo, Nina Fisco e Axelle Crevier (NCMilano), Sebastiano Dragoni (Rugby Cernusco), Gabriele Oriani e Nathan Troy (Rugby Saints Abbiategrasso).

Condividi questo articolo