"/>
lunedì 20 novembre 2017 20:14:14
omnimilano

Green jobs, Milano e la Lombardia trainano ‘economia verde’: 81.620 assunzioni

24 ottobre 2017 Ambiente, Economia

Con 63.170 imprese green la Lombardia è al primo posto in Italia nella graduatoria regionale per numero assoluto di aziende che hanno investito, o investiranno entro l’anno, in tecnologie green. Lo evidenzia GreenItaly 2017, l’ottavo rapporto di Fondazione Symbola e Unioncamere, promosso in collaborazione con il Conai, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e con il contributo di Ecopneus presentato oggi. Nell’analisi per provincia, è Milano con le sue 22.300 imprese green la più virtuosa della Lombardia. Seconda Brescia con 8.720 imprese green, terza Bergamo a quota 6.660. Seguono Monza e Brianza con 5.320, Varese con 5.190 imprese green, Como attestata a 3830 imprese green, Pavia a quota 2.580, Mantova con 2.240 imprese, Lecco a 2.100, Cremona 1.870, Lodi 1.220 e Sondrio 1.140. L’ottimo risultato della provincia di Milano è confermato anche su scala nazionale: Milano è al primo posto in Italia nella graduatoria provinciale per numero di imprese green. Più in generale è tutta la regione a confermare ottime performance ‘verdi’: nella top twenty delle provincie per valore assoluto di imprese che hanno investito o investiranno green entro l’anno, infatti, ci sono anche il sesto posto di Brescia, il decimo di Bergamo, il quattordicesimo di Varese e il diciottesimo di Monza e Brianza. Tra i primati lombardi anche quello di 81.620 assunzioni per “green jobs” (occupati che applicano competenze ‘verdi’) programmate dalle imprese per il 2017, più di un quarto del totale nazionale, che posizionano la regione al vertice della graduatoria per numerosità di assunzioni verdi programmate entro l’anno. Un primato nazionale che vanta anche Milano, con le sue 42.910 mila assunzioni previste di green jobs, a livello provinciale.
Riguardo ai dati nazionali, il rapporto sottolinea che sono 355mila le aziende italiane, ossia il 27,1% del totale, dell’industria e dei servizi che dal 2011 hanno investito, o lo faranno quest’anno, in tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2. Una quota che sale al 33,8% nell’industria manifatturiera, dove l’orientamento green si conferma un driver strategico per il made in Italy, traducendosi in maggiore competitività, crescita delle esportazioni, dei fatturati e dell’occupazione. E quest’anno si registra una vera e propria accelerazione della propensione delle imprese a investire green: ben 209 mila aziende hanno investito, o lo faranno entro l’anno, su sostenibilità ed efficienza, con una quota sul totale (15,9%) che ha superato di 1,6 punti percentuali i livelli del 2011.
Alla green economy si devono già 2 milioni 972mila green jobs. Una cifra che corrisponde al 13,1% dell’occupazione complessiva nazionale, destinata a salire ancora entro dicembre. Dalla nostra economia ‘verde’ infatti arriveranno quest’anno 320 mila green jobs e considerano anche le assunzioni per le quali sono richieste competenze green si aggiungono altri 863 mila occupati.

Condividi questo articolo