"/>
domenica 27 maggio 2018 19:57:32
omnimilano

Gori contestato alla case bianche di via Salomone: “Capisco malcontento”

13 febbraio 2018 Regionali

Un gruppo di abitanti delle case bianche Aler di via Salomone ha contestato il candidato del centrosinistra alle regionali, Giorgio Gori, che ha visitato parte del complesso e il vicino lotto 191, un’area in disuso su cui Aler avrebbe dovuto costruire 7 nuove palazzine. “È il comune che assegna le case, qui manca la sicurezza e siamo in mano al racket”, ha gridato una delle abitanti della zona, protestando e sostenendo che le colpe dei disagi siano del Comune e quindi del Pd. Per Gori, hanno “preso il bersaglio sbagliato: capisco il loro malcontento e hanno molte ragioni” perché, ha spiegato, “in questo posto per 30 anni nessuno ha fatto la minima manutenzione, né ordinaria né straordinaria, lasciando che il degrado si accompagnasse ad occupazioni abusive. È uno dei tanti segnali di cattiva gestione del patrimonio pubblico in mano all’Aler”. Gli inquilini lamentano soprattutto abusivismo e poca sicurezza, il pensiero va quindi agli sgomberi: “bisogna identificare chi occupa per assoluta necessita e chi invece è un delinquente. Questi devono ovviamente essere buttati fuori”, ha chiarito Gori.

Condividi questo articolo