"/>
venerdì 18 agosto 2017 22:01:21
omnimilano

Giustizia, l’allarme dal Tribunale
“Servizi a rischio per carenza organico”

30 gennaio 2016 Cultura

La carenza di organico del personale amministrativo ha raggiunto livelli “inaccettabili, tali da mettere a rischio il regolare funzionamento dei servizi”. A lanciare l’allarme e’ il presidente vicario della Corte d’appello Marta Chiara Malacarne nella sua relazione
per l’inaugurazione dell’anno giudiziario. Nel 2015, ha sottolineato “si e’ ulteriormente aggravata, a seguito dei trasferimenti, in tutto il Distretto, la situazione gia’ critica di carenza di organico del personale amministrativo, raggiungendo livelli inaccettabili, tali da mettere a rischio il mantenimento dei risultati raggiunti in termini di produttivita’ ed il regolare funzionamento dei servizi”. “In Corte d’Appello il personale effettivamente in servizio ha registrato un ulteriore decremento rispetto al dato, gia’ poco confortante, dell’anno precedente – ha aggiunto – in quanto si e’ passati da 173 a 143 unita’, su una pianta organica che ne prevede 227, con un tasso di ‘scopertura reale’ pari al 37 per cento”. Un quadro, secondo il presidente vicario, reso ancora piu’ critico dall’eta’ media del personale.
“Se a tale dato si aggiunge quello dell’elevata eta’ media del personale (solo il 7,8 per cento ha meno di 40 anni ed il 65,9 per cento ne ha piu’ di 50) – ha infatti detto – si comprende come l’apparato della giustizia sia costretto ad operare in stato di emergenza per garantire i servizi essenziali” e questo “in una situazione incompatibile con le finalita’ di modernizzazione dei servizi giudiziari e di informatizzazione del processo, a cominciare dalle novita’ introdotte dal processo civile telematico, alle quali”, ha osservato “devono accompagnarsi adeguate misure organizzatice di rafforzamento delle risorse”.

Condividi questo articolo