"/>
venerdì 22 giugno 2018 18:34:26
omnimilano

GIORNATA MEMORIA, BUSSOLATI (PD): OLTRAGGIATA PIETRA INCIAMPO IN VIALE LOMBARDIA

23 gennaio 2018 Cronaca, Politica

“Il clima di odio e l’uso di parole d’ordine su cui si è fondata l’ideologia razzista e discriminatoria, che anche la CEI ieri ha condannato, fanno da cornice all’ennesimo atto di barbarie contro la memoria dei vivi. Alla vigilia della Giornata della Memoria, a un anno dal precedente atto vandalico, i soliti vigliacchi nascosti nel buio delle tenebre da dove provengono hanno sfregiato la pietra d’inciampo dedicata ad Angelo Fiocchi, in Viale Lombardia 65”. E’ quanto denuncia il segretario del Pd metropolitano e candidato alle regionali, Pietro Bussolati. “Un oltraggio gravissimo che oggi più che mai chiama in causa chi solo ieri si vantava di aver acquistato consensi parlando di razza bianca ed evocando istinti xenofobi di un passato ignobile”, conclude. La pietra di inciampo per Angelo Fiocchi è stata collocata in questi giorni, nell’ambito della posa di 26 nuove pietre in ottone in 18 luoghi della città. Fiocchi viveva in viale Lombardia con la famiglia. Venne arrestato per la sua attività antifascista condotta anche all’interno dell’Alfa Romeo, azienda per cui lavorava. L’arresto avvenne poco prima che raggiungesse le formazioni partigiane di montagna. Venne trasferito a Mauthausen l’11 marzo 1944 e morì a Ebensee il 7 aprile 1945, un mese prima della liberazione del campo.

Condividi questo articolo