"/>
lunedì 25 giugno 2018 04:34:02
omnimilano

GIOCO AZZARDO, BECCALOSSI: EPISODIO PALERMO INQUIETANTE, STATO CHIUDE OCCHI

25 aprile 2018 Politica

“Leggere che nel 2018 in Italia un malato di ludopatia, esasperato e ridotto in rovina, arrivi addirittura a farsi arrestare pur di rimanere lontano dal gioco d’azzardo mette rabbia e tristezza. Ma allo stesso tempo mi rende orgogliosa di aver ‘scritto’ e fatto approvare la prima legge regionale per il contrasto a questa piaga sociale. Una Legge che in Lombardia permette alle persone affette da questo male di trovare supporto e assistenza grazie al sistema sanitario e alla straordinaria rete del volontariato”. Lo dichiara il consigliere regionale(Gruppo misto) Viviana Beccalossi, promotrice della legge approvata in Lombardia nel 2013 per contrastare il gioco d’azzardo, commentando l’episodio avvenuto a Palermo, dove un uomo, disoccupato e oppresso dai debiti a causa della ludopatia, ha deliberatamente provocato un incidente con i Carabinieri per farsi arrestare. “Mentre ogni giorno i cittadini sono bombardati da slogan e pubblicità che promettono facili vincite a ogni tipo di gioco -prosegue Viviana Beccalossi- in Italia siamo costretti ad assistere a scene come quella accaduta a Palermo. Uno Stato che da un lato continua a considerare gli italiani come ‘polli da spennare’ e dall’altro non è nemmeno capace di porre rimedio ai danni da ludopatia non mi piace e non mi piacerà mai”. “Non sarà mai troppo tardi -conclude Viviana Beccalossi – quando il Governo, non mi importa di che colore politico sarà, deciderà di porre un freno a questa situazione, varando una riforma seria che metta a salute dei cittadini sopra agli interessi di bottega di uno Stato alla perenne ricerca di soldi facili”.

Condividi questo articolo