"/>
giovedì 14 dicembre 2017 14:09:49
omnimilano

GIOCO AZZARDO, BECCALOSSI: DA GOVERNO SERVE PIÙ CORAGGIO, NO A RIFORMA FAR WEST

22 maggio 2017 Cronaca, Politica

Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, in prima linea nel contrasto alle ludopatie, chiede al governo “più coraggio” in vista del provvedimento dell’Esecutivo sul gioco d’azzardo. Giovedì è in programma l’ultimo confronto sul tema in sede di conferenza Stato-Regioni. “Saremo a Roma per riaffermare come il governo prepari il suo colpo di spugna che con la scusa di riformare il settore in pratica mira ad azzerare il potere degli Enti Locali su questo tema”, ha detto questa mattina l’assessore, impegnata nell’incontro per la seconda Giornata nazionale sul contrasto al gioco d’azzardo patologico a Palazzo Lombardia. Beccalossi ha quindi ricordato la legge varata dalla Lombardia che prevede per l’installazione di nuove slot una distanza minima di 500 metri da luoghi sensibili come scuole, ospedali, centri culturali, chiese e oratori e ha criticato la proposta del governo che invece, ha spiegato, farebbe scendere di fatto la distanza minima fino a 50 metri e diminuirebbe anche la lista dei luoghi sensibili. “Vorremmo più coraggio”, ha fatto, ribadendo poi che “a Roma la Lombardia dirà ancora una volta ‘no’ a una riforma che invece di uniformare le norme locali creerebbe di fatto un Far West in cui ciascun sindaco sarà libero di applicare distanze e orari a suo piacimento, con il risultato di dividere i Comuni italiani tra biscazzieri e slot free”.

Condividi questo articolo