"/>
mercoledì 20 giugno 2018 11:57:37
omnimilano

Giornata della Memoria, Liliana Segre al binario 21: “Il mio impegno contro l’indifferenza”

Settantaquattro anni fa, dal binario 21 della Stazione Centrale, venivano deportati centinaia di ebrei verso Auschwitz e Birkenau. La neo senatrice a vita Liliana Segre, allora bambina, ha ricordato quel giorno, questa sera, insieme al rabbino capo di Milano, rav. Alfonso Arbib, Roberto Jarach, vice presidente della Fondazione del Memoriale della Shoa, Giorgio del Zanna, della comunità Sant’Egidio di Milano e ad Alpha  Oumar Camara, richiedente asilo della Guinea accolto negli spazi del memoriale la scorsa estate. “Ogni anno vedo partecipazione non indifferenza quando vengono qui”, ha detto la Segre, “ma quando sono stata deportata era un antro buio, in cui le persone come me venivano portate su camion e attraversavamo la città, una Milano indifferente, che non aveva scelto da che parte stare, se non pochi coraggiosi”, ha ricordato la Segre. “Quella parola che accoglie, ‘indifferenza’, non per niente è li a caratteri cubitali, perché fu terribile allora ed è tremenda anche adesso. Per questo il compito che mi sono data da anni  è dare voce a chi non è tornato a raccontare”, ha concluso la senatrice a vita.