"/>
giovedì 19 ottobre 2017 21:52:44
omnimilano

Forza Nuova “in piazza” in centro
Anpi: “Istituzioni intervengano”

6 gennaio 2017 Cronaca, Politica

Polemiche su una manifestazione annunciata da Forza Nuova a Milano per sabato 14 gennaio. L’iniziativa, promossa sulla pagina Facebook di Forza Nuova, ha il titolo “Per la sovranità in piazza” e viene così presentata: “Sei stufo di essere preso in giro? Basta lamentarsi, scendi in piazza! Per la Sovranità Nazionale. Contro i governi delle banche e i politicanti da talk-show”. E ancora: “Inutile attendere: No ai governi delle banche! A casa i politicanti incollati alle poltrone! Fuori dai salotti TV, i patrioti scendono in piazza!”. Il luogo della manifestazione è indicato come “Milano centro”, alle 17.30. Rispetto alla manifestazione, il Comitato Lombardo Antifascista e Memoria Antifascista chiedono “al sindaco Giuseppe Sala di intervenire affinché tale eventualità venga scongiurata. Nessuna manifestazione fascista sarà tollerata nella nostra città e invitiamo tutte le realtà antifasciste a reagire tempestivamente”. Per le due associazioni, le immagini sulla locandina che pubblicizza l’evento “rimandano alle adunate del regime mussoliniano degli anni Venti e Trenta, con schiere di militi disegnate, alcune con il fez e la bandiera nera impugnata. Un’aperta ed esplicita apologia del fascismo. Ricordiamo a tale proposito che ben due sentenze della Cassazione hanno già da tempo (nel 2010 e nel 2011) ritenuto legittimo equiparare Forza Nuova a una formazione ‘antisemita’ e definirla come ‘nazifascista’. Chiediamo a maggior ragione alle autorità se e come sia stato possibile autorizzare tale evento nelle vie centrali della città. Forza Nuova da tempo sta cercando un proprio spazio a destra della stessa destra più becera, radicalizzando parole d’ordine soprattutto contro i profughi e i migranti che giungono nel nostro Paese, ma anche seminando odio e veicolando notizie false e allarmistiche, come accaduto di recente accusando i migranti, sulle proprie pagine facebook, di essere portatori dei batteri della meningite. Una tale manifestazione rappresenterebbe dunque un’offesa ma anche un pericolo per Milano, che vedrebbe sfilare nugoli di neofascisti magari nelle stesse pose ritratte nella locandina”. Analoga presa di posizione dall’Anpi che “chiede alle Istituzioni e alle pubbliche autorità di intervenire tempestivamente perchè Milano, Città Medaglia d’Oro della Resistenza, non venga ulteriormente oltraggiata da iniziative promosse da organizzazioni che si pongono in aperto contrasto con i principi sanciti dalla Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza e con le leggi Scelba e Mancino. Questo ennesimo provocatorio episodio è particolarmente preoccupante anche perchè è previsto proprio a ridosso del Giorno della Memoria nel quale si ricordano la Shoah, le famigerate leggi antisemite del 1938, la deportazione politica, operaia e quella dei 650.000 militari italiani catturati dai tedeschi dopo l’8 settembre 1943. Milano, capitale della Resistenza, non può più tollerare che la Memoria di chi ha sacrificato la propria vita per la libertà di tutti noi venga continuamente oltraggiata”.d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);

Condividi questo articolo