"/>
domenica 27 maggio 2018 19:55:15
omnimilano

Formigoni: Maroni poteva decidere prima, Gori? Bel personaggio, ma non condivido schieramento

6 febbraio 2018 Politica, Regionali

Quella di Fontana “è una candidatura che sta crescendo nel tempo, che è scoppiata all’improvviso. Forse Maroni poteva dirlo un po’ prima. Se l’avesse fatto avrebbe messo meno in difficoltà la coalizione nella scelta del candidato e avrebbe dato allo stesso Fontana di cominciare la campagna elettorale con tre mesi d’anticipo”. Roberto Formigoni, ex presidente della Regione Lombardia e candidato al Senato in Lombardia per Noi con l’Italia ha commentato così la corsa elettorale alla Regione Lombardia.
“Fontana io lo conosco bene. È stato mio presidente del Consiglio Regionale per cinque anni, è una persona capace, moderata e quindi sono convinto che possiamo vincere” ha detto Formigoni, aggiungendo che l’espressione sulla razza bianca “è stato un errore grave del quale lui però si è subito scusato. L’espressione usata ha tradito il suo vero pensiero, che era chiaro nel suo ragionamento”. Sul candidato del centrosinistra, Giorgio Gori, invece, l’ex presidente della Regione, dice che “è un bel personaggio. È un professionista interessato. Tra l’altro è l’unico di sinistra ad aver avuto il coraggio di dire che il governo di Formigoni era un ottimo governo. Quello che non condivido con Gori è lo schieramento in cui si è messo. È un Pd che non è nemmeno tanto renziano ed è rimasto ancorato a vecchi schemi, una sinistra un po’ massimalista che non farebbe il bene della Lombardia”. E su Liberi e Uguali, Formigoni chiude con una battuta: “di Liberi e Belli non parlo”.

Condividi questo articolo