"/>
domenica 19 novembre 2017 13:34:54
omnimilano

Expo, indagine Manitese: solo per 14% è stato momento riflessione su fame nel mondo

15 dicembre 2015 Cronaca, Politica

Expo e’ stato un “momento di riflessione su come risolvere il problema della fame” per meno della meta’ degli italiani. E ad esserne convinto e’ solo il 14%. Prevale chi pensa sia stata “una grande fiera per promuovere prodotti”, “una sorta di menu’ alimentare del mondo” oppure “una grande festa, un luogo di svago”. Sono i risultati di un’indagine realizzata con AstraRicerche da Mani Tese a oltre un mese di distanza dalla chiusura dell’esposizione e presentata stamani all’Urban Center alla presenza del vicesindaco Francesca Balzani e dell’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino. Un convegno, dal titolo “Il pianeta non nutrito”, sul tema della fame e della malnutrizione, per fare il punto sulle “buone pratiche” che possono essere messe in atto anche a livello locale e sulla “coscienza” che Expo ha generato nei cittadini sul problema. Anche dopo il successo dell’esposizione universale, rileva la ricerca condotta su un campione di 1.009 italiani, quasi un italiano su due ammette di conoscere poco il tema e la maggior parte degli intervistati pensa che nel mondo siano di piu’ le persone che soffrono per fame che quelle in sovrappeso (quando nella realta’ le prime sono 800 milioni e le seconde 2 miliardi). Expo ha raggiunto oltre il 90 per cento degli intervistati, il 31,9% perche’ lo ha visitato, la restante percentuale perche’ lo ha seguito in tv, su internet o sui giornali. La grande maggioranza vede l’esperienza dell’esposizione come una grande fiera per la promozione di prodotti e aziende (il 33,7% ha risposto “molto”, il 40% “abbastanza), un momento di informazione sulle produzioni alimentari del mondo (29,6% “molto”, 41,8% abbastanza), quindi un momento di svago (25% e 42,5%). Meno convinti riguardo al “momento di riflessione sui temi dell’impatto ambientale e sociale dell’alimentazione (19,5% e 33,2%), ancora meno sulla “informazione sui problemi alimentari nel mondo” (16,4% e 30,8%) e “cenerentola” e’ la “riflessione su come risolvere i problemi alimentari del mondo: 14,7% “molto”, 29,6% “abbastanza”, mentre il 26,9% risponde “cosi’ cosi'”, il 15,9% “poco”, il 12,9% “per niente”.

Condividi questo articolo