"/>
venerdì 23 febbraio 2018 01:28:19
omnimilano

Entra in vigore la legge sul testamento biologico, in via Larga apre sportello per le dichiarazioni anticipate di trattamento

31 gennaio 2018 Cronaca, Politica

Da oggi in via Larga è possibile consegnare la propria Dichiarazione anticipata di trattamento (D.A.T), conosciuta anche come “testamento biologico”. Lo sportello dedicato – spiega il Comune – comincia ufficialmente la sua attività contemporaneamente all’entrata in vigore della legge, approvata lo scorso 14 dicembre 2017, che disciplina il consenso informato e le disposizioni anticipate di trattamento (D.A.T.). La D.A.T. esprime la volontà di una persona di ricevere o meno terapie sanitarie nel caso in cui non sia più in grado di prendere decisioni o non le possa comunicare chiaramente per una sopravvenuta incapacità.
La dichiarazione, che è assolutamente libera e volontaria, deve essere redatta da una persona maggiorenne attraverso un atto pubblico, una scrittura privata autenticata o una scrittura privata da consegnare personalmente presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza oppure presso le strutture sanitarie.
A partire da questa mattina il Comune di Milano mette a disposizione dei cittadini uno sportello nella sede di via Larga, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, per la consegna in busta chiusa delle disposizioni anticipate di trattamento unitamente alla fotocopia di un documento d’identità.
Il servizio di via Larga si aggiunge allo sportello istituito nel novembre 2013 nella sede della Casa dei Diritti di via De Amicis 10, che ha accolto negli anni 858 atti notori riguardanti la dichiarazione di volontà sui trattamenti sanitari e di fine vita.
Lo sportello, nato grazie a una delibera del Consiglio comunale approvata nel luglio dello stesso anno, ha di fatto anticipato la legge approvata lo scorso 14 dicembre 2017 e rimarrà attivo con funzioni di orientamento e supporto per la compilazione della D.A.T. Risponde al numero 0288448151.

ASSOCIAZIONE COSCIONI: ISTITUZIONI INFORMINO CITTADINI –  “Entra in vigore una legge per la quale, come Associazione Luca Coscioni, ci siamo battuti con ogni energia, grazie all’azione dei malati che hanno reso pubblica la propria lotta per essere liberi di scegliere fino alla fine, e grazie a persone, come Marco Cappato e Mina Welby, che hanno messo in gioco la propria libertà con le azioni di disobbedienza civile. Siamo mobilitati per impedire che la legge sia frenata dalla disinformazione, dai mille ostacoli burocratici e dal boicottaggio da parte di certi poteri”. Così l’associazione Luca Coscioni che in questi giorni ha sollecitato le istituzioni “ad ogni livello di informare correttamente i cittadini sui loro nuovi diritti, chiediamo alle Regioni di inserire le Disposizioni Anticipate di Trattamento nella tessera sanitaria e ci prepariamo a presentare denunce penali contro eventuali provvedimenti di questo o dei futuri Governi che mirassero a introdurre inesistenti possibilità di imposizione di coscienza da parte delle strutture sanitarie private sulla pelle dei cittadini malati”. Sul sito www.associazionelucacoscioni.it si trovano tutte le informazioni e istruzioni per redarre, autenticare e conservare il proprio testamento biologico.

Condividi questo articolo