"/>
martedì 21 agosto 2018 15:43:29
omnimilano

Ema, da cda primo via libera a proposta olandese per la sede: più difficile per Milano

28 febbraio 2018 Politica

Il consiglio di amministrazione dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) si è riunito oggi in una sessione straordinaria per discutere ulteriormente del processo di approvazione degli edifici per le future sedi dell’EMA ad Amsterdam, nei Paesi Bassi. L’EMA – si legge in una nota dell’agenzia – deve essere pienamente operativa ad Amsterdam il 30 marzo 2019
Nel corso della riunione tenutasi a Lisbona, in Portogallo, il Consiglio ha approvato l’offerta rivista del governo olandese in merito ai nuovi locali permanenti dell’Agenzia nel distretto commerciale Zuidas e ha approvato la notifica all’autorità di bilancio dell’UE dell’intenzione dell’EMA di trasferirsi nel nuovo edificio. Le autorità olandesi – prosegue la nota – si sono impegnate a costruire nuovi locali permanenti su misura che si prevede soddisfino pienamente le esigenze specifiche di EMA e hanno confermato al Consiglio che l’edificio permanente sarà pronto entro il 15 novembre 2019.
Il consiglio di amministrazione, si legge ancora, si è inoltre rallegrato dei progressi compiuti dall’ultima riunione del 6 febbraio, che ha contribuito a chiarire rapidamente le questioni tecniche e finanziarie in sospeso legate alle sedi permanenti dell’EMA. La decisione presa oggi dal Consiglio – prosegue la nota di Ema che avvia così l’iter di approvazione della nuova sede – è un’importante pietra miliare per EMA e i Paesi Bassi. La notifica all’autorità di bilancio dell’UE dell’intenzione dell’EMA di trasferirsi in una nuova sede è richiesta dal regolamento finanziario dell’Agenzia ed è un passo fondamentale nel processo di approvazione degli edifici. L’EMA può sottoscrivere un obbligo contrattuale solo per i suoi nuovi locali definitivi a seguito di un parere positivo da parte di tali organismi. In seguito alla notifica dell’Agenzia, l’Autorità di bilancio dovrebbe fornire un parere entro quattro settimane.
La riunione straordinaria del consiglio di amministrazione si è svolta a margine della riunione dei capi delle agenzie per i medicinali che si terrà a Lisbona dal 28 febbraio al 2 marzo.

Condividi questo articolo